Gli USA posticipano Artemis mentre la Cina avanza

da | 12 Gen 2024 | Aerospace

I contrattempi cui stanno andando incontro gli USA nella competizione lunare con la Cina, evidenziano i rischi della nuova strategia di NASA di dipendere pesantemente da società private.

I ritardi nel progetto Artemis di NASA e un guasto a un propulsore che ha pregiudicato la missione lunare robotica della statunitense Astrobotic, mettono in luce le sfide che sta incontrando l’unica nazione ad aver finora camminato sulla Luna. Il lander di Astrobotic doveva portare con sé sette strumenti di NASA per esplorare la superficie lunare. Nonostante l’inconveniente, NASA ha pianificato per quest’anno altre tre missioni lunari private, compreso un secondo tentativo di Astrobotic.

Gli Stati Uniti hanno posticipato il ritorno degli astronauti sulla Luna alla seconda metà del 2026, un rinvio di un anno rispetto alla data precedente fissata nel 2025. E in un contesto di restrizioni di bilancio, pur cercando di conservare la propria eredità spaziale, si trovano a fronteggiare la Cina, che ha già raggiunto diversi traguardi e che mira a far atterrare i suoi uomini entro il 2030.

“Il piano della Cina è decisamente ambizioso”, ha commentato  Bill Nelson, capo della NASA, commentando il posticipo di Artemis. “Credo che miri a sbarcare prima di noi per ottenere un vantaggio nelle relazioni pubbliche. Tuttavia, non penso che ci riusciranno.”

NASA, per portare a termine i propri obiettivi, sta contando notevolmente su aziende esterne come ad esempio SpaceX di Elon Musk, a cui pagherà l’utilizzo della sua astronave Starship HLS (Human Landing System), per abbattere i costi delle missioni lunari. Vale la pena ricordare che quando gli Stati Uniti lanciarono le missioni Apollo, più di cinquant’anni fa, NASA era proprietaria di tutti i veicoli spaziali coinvolti.

 

POTREBBE INTERESSARTI

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

Blue Origin si unisce a SpaceX e ULA nei contratti per lanci militari della Space Force

Blue Origin gareggerà con SpaceX e ULA per i lanci di Space Force

Dopo anni di lobbying, proteste e proposte, la compagnia spaziale di Jeff Bezos, Blue Origin, è ora un appaltatore di lanci militari.

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS (e si scusa)

“Controllate di nuovo il suo polso”: il pubblico in ansia dopo un audio diffuso accidentalmente.

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno!

SpaceX espanderà la Starbase in Texas. L’obiettivo è la produzione di massa di Starship Version 2.

L'ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

L’ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

Non è stato perfetto ma i passi in avanti compiuti da SpaceX sono evidenti.

Il Boeing Starliner è finalmente in orbita

Boeing Starliner finalmente in orbita, ma emergono perdite di elio

Dopo anni di ritardi, la missione di prova dello Starliner è decollata ieri dalla Florida. Ma non è esattamente un successo.

Il bombardiere nucleare stealth B-21 si mostra in volo. Foto: US Air Force

Ecco le prime foto del bombardiere nucleare stealth B-21 in volo

Dopo oltre tre decenni di sviluppo, il successore dei bombardieri B-1 e B-2 si mostra in aria. Ogni esemplare ha un costo stimato di circa 700 milioni di dollari.

ExoMars 2028: l'ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

ExoMars 2028: l’ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

Il rover europeo della missione ExoMars 2028 sarà il primo a utilizzare un riscaldatore a radioisotopi di americio-241, che gli permetterà di operare anche alle...
Ed Dwight, ex capitano dell'Aeronautica militare selezionato nel 1961 come primo candidato astronauta nero. Ha volato con Blue Origin.

Blue Origin riprende i lanci con passeggeri privati

Il New Shepard di Blue Origin riprende i voli turistici dopo un anno di indagini. A bordo Ed Dwight, selezionato nel 1961 come primo candidato astronauta di...
SuperLimbs è sviluppato dal MIT

SuperLimbs è la tecnologia che aiuterà gli astronauti a rialzarsi

Gli ingegneri del MIT sviluppano SuperLimbs, per risolvere il problema delle cadute e migliorare la produttività degli astronauti sulla Luna.

Share This