About

da | 21 Gen 2024

News, newsletter, motori di ricerca e social network, mi sommergono quotidianamente di aggiornamenti tecnologici. Sono informazioni frammentate, inorganiche e la maggior parte sono in Inglese: impossibile seguirle tutte! Però le notizie più intriganti, quelle che stimolano conversazioni, quelle che mi hanno sempre fatto iniziare un frase con “ehi, hai sentito che…” e che negli anni mi sono valse la fama di tuttologo, ecco, quelle ho deciso di riunirle in un solo luogo.

Nasce così TechTalking.it, un sito dedicato alla tecnologia e all’innovazione, con un’enfasi particolare su come queste influenzino la società e la vita quotidiana. TechTalking coprirà una grande varietà di tematiche, tra cui l’intelligenza artificiale, il settore automobilistico e aerospaziale, il gaming e le tendenze di mercato. L’obiettivo sarà proporvi un sito aggiornato e informativo, per restare al passo con le ultime novità. E dato che la maggior parte degli eventi tecnologici avviene all’estero, TechTalking avrà inevitabilmente uno sguardo internazionale.

Giornalisticamente parlando, TechTalking vuole essere divulgativo e centrato sul lettore: non sarà un portale tecnico, piuttosto s’impegnerà a spiegare le news in modo chiaro e accessibile a tutti, indipendentemente dalla propria conoscenza in materia tecnologica. Nascendo come un’iniziativa puramente personale, aspettatevi non più di tre articoli al giorno. Quantomeno all’inizio. Quelli che ci saranno, però, mi auguro li troverete interessanti.

E ora, per chi non mi conoscesse, passiamo ora a me: nato a Milano nel 1970, fin dalla giovane età ho mostrato interesse per videogiochi, tecnologia e sport. La mia passione per i videogiochi mi ha portato, nel 1994, a collaborare con The Games Machine, allora la rivista di videogiochi più venduta in Italia, per supportare le mie finanze da studente di Economia e Commercio.

In breve tempo ne sono diventato caporedattore, posizione che ho mantenuto fino al 2009 quando il cambiamento delle condizioni di mercato mi ha sospinto (ma sarebbe meglio dire spinto) verso l’online. In quell’anno ho accettato la sfida di dirigere Eurogamer.it, parte del principale network europeo di siti di videogiochi, cosa che ho fatto con un certo successo fino a novembre 2022.

Tra le mie principali esperienze lavorative, dal 2010 al 2013 ho scritto di tecnologia per la versione online di Jack, edita da Gruner + Jahr, mentre dal 2011 al 2013 sono apparso in televisione come co-conduttore di Games Tech, uno spin-off di Netcafé, trasmesso su Telelombardia.

Nel 2012 la mia dedizione alla divulgazione è stata riconosciuta dal Corriere della Sera, che mi ha chiamato a scrivere di videogiochi sia nella versione online che cartacea del giornale, incarico che ho svolto fino al 2018. In quell’anno, ho lanciato la sezione eSports su La Gazzetta dello Sport, dirigendola fino al 2021, unendo così due delle mie tre grandi passioni, ossia sport e videogiochi.

Parallelamente dal 2020 ho iniziato a collaborare con Out There, un’agenzia creativa specializzata in moda e lusso, per iniziative volte a unire fashion e gaming, con particolare attenzione alla proposizione di soluzioni tecnologiche innovative. Dal 2022, dopo alcune collaborazioni con Capital, scrivo per Financialounge, una testata di informazione finanziaria, concentrandomi su videogiochi e tecnologia. Recentemente, infine, oltre a cercare un editore per il mio concept di un videogioco rivoluzionario, scrivo di tecnologia B2B per pubblicazioni quali B2BLabs, Security Info e Data4Biz.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

La famiglia di modelli Nemotron-4 340B servirà per l’addestramento dei degli LLM in tutti quei casi in cui i dati reali sono costosi, difficili da ottenere o...
Secondo una ricerca di Harvard, l’IA è il futuro dei sondaggi

Secondo una ricerca di Harvard, l’IA è il futuro dei sondaggi

Le intelligenze artificiali sono addestrate su miliardi di dati generati dalle persone, che sono esse stesse elettori. E, nel 2018, la percentuale di chi ha risposto ai...
Blue Origin si unisce a SpaceX e ULA nei contratti per lanci militari della Space Force

Blue Origin gareggerà con SpaceX e ULA per i lanci di Space Force

Dopo anni di lobbying, proteste e proposte, la compagnia spaziale di Jeff Bezos, Blue Origin, è ora un appaltatore di lanci militari.

Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

L’industria assicurativa, sempre alla ricerca di nuove informazioni su come guidiamo, negli Stati Uniti ha trovato alleati preziosi nei produttori di automobili e...
Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

La scelta è dovuta alla richiesta dell’Irlanda. Delusa Meta, soddisfatte NYOB, DPC e ICO.

Share This