Tesla potrebbe guadagnare miliardi di dollari all’anno dalle stazioni di ricarica statunitensi

da | 3 Mar 2024 | Automotive

Tesla potrebbe guadagnare miliardi di dollari all’anno aprendo le sue stazioni di ricarica negli Stati Uniti ai conducenti di Ford e di altri marchi. A dirlo è CNBC, che ricorda che da giovedì scorso i proprietari in Nord America di veicoli elettrici Ford (Mustang Mach-E e F-150 Lightning) hanno la possibilità di ricaricarli presso le stazioni Supercharger.

Il CEO di Ford, Jim Farley, ha scritto in un post su LinkedIn che la partnership dovrebbe “migliorare l’esperienza di possesso degli EV” per i conducenti di veicoli elettrici, affermando che “l’ho testato personalmente e funziona alla grande”.

Tesla a giugno ha stipulato un accordo simile con General Motors, che consente ai clienti GM di accedere a oltre 12.000 Supercharger negli Stati Uniti e in Canada. La CEO di GM, Mary Barra, ha detto che la sua azienda in questo modo risparmierà fino a 400 milioni di dollari di un investimento pianificato nella costruzione di stazioni di ricarica per EV.

Queste partnership segnano un cambio di strategia per Elon Musk, che per anni ha sottolineato l’esclusività della rete di ricarica di Tesla e la capacità della sua azienda di costruire punti di ricarica affidabili capaci di evitare ai consumatori lunghe attese. Diventare lo standard di ricarica ha richiesto a Tesla di investire pesantemente nello sviluppo tecnico e commerciale, ma ha molto da guadagnare da queste collaborazioni.

Sam Fiorani, vice president for global forecasting di AutoForecast Solutions, sostiene che questi sforzi dovrebbero alla fine generare enormi benefici finanziari per Tesla,. Attualmente, Tesla gestisce circa 1 stazione di ricarica su 3 negli Stati Uniti e anche se l’adozione di EV dovesse rallentare a livello domestico, e il parco elettrificato finisse con l’essere più piccolo di quanto previsto dal governo e da molti produttori di automobili sei mesi fa, “Tesla potrebbe comunque vedere da 6 a 12 miliardi di dollari all’anno” entro il 2030 dall’espansione del suo business di ricarica.

Sebbene rendendo la ricarica più facile Tesla possa perdere alcuni clienti a favore di altri marchi, AutoForecast ha detto che ci sono altre ragioni per cui gli acquirenti di automobili si rivolgono alla casa di Elon Musk. “Le persone che cercano una Tesla solitamente non confrontano le offerte di Kia, Ford o Mercedes-Benz, perché vogliono semplicemente una Tesla“, afferma Fiorani. “La concorrenza continuerà a intensificarsi e Tesla inevitabilmente perderà alcune vendite a favore dei rivali, ma la lealtà al marchio significa che la stragrande maggioranza dei proprietari tornerà a Tesla con poco o nessun confronto.”

Permettere ad altri produttori di automobili di accedere alla sua rete di ricarica apre poi a Tesla alcune opportunità di finanziamento federale sotto l’Inflation Reduction Act del Presidente Joe Biden. “Tesla non ha paura di utilizzare le normative governative per generare entrate ed ha lavorato tutte le possibili fonti di ricavo per gran parte della sua esistenza”, ricorda scritto Fiorani.

William Navarro Jameson, responsabile dei Programmi di Ricarica Strategici di Tesla, ha scritto in un post su LinkedIn che arrivare a questo punto con Ford ha richiesto molto “testing di interoperabilità”, insieme alla creazione di tutte le integrazioni hardware e software necessarie, e alla risoluzione di questioni legali. “Ci sono stati molti pezzi di questo puzzle che sono stati messi al giusto posto negli ultimi 18 mesi,” ha scritto. Sui social media, Tesla ha pubblicizzato l’apertura della sua rete di ricarica in Nord America e ha diffuso un link per attirare più rivenditori a ospitare Supercharger presso le sue strutture.

POTREBBE INTERESSARTI

Un cruscotto di un'auto con CarPlay

Apple ripensa CarPlay per vincere le resistenze dei produttori d’auto

Apple sta lavorando sulla prossima generazione di CarPlay, un sistema progettato per unificare le interfacce su ogni schermo dell’auto.

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

L’industria assicurativa, sempre alla ricerca di nuove informazioni su come guidiamo, negli Stati Uniti ha trovato alleati preziosi nei produttori di automobili e...
Il pacchetto retributivo da 56 miliardi di dollari di Elon Musk è stato riapprovato. Foto: Apu Gomes/Getty Images

Gli azionisti di Tesla approvano il bonus da $56 miliardi di Elon Musk

Ieri gli azionisti di Tesla hanno riapprovato il pacchetto retributivo di Elon Musk, che lo renderà il dirigente più pagato della storia. Telenovela finita, dunque? In...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
BYD rivoluziona l'ibrido: 2.000 km di autonomia!

BYD rivoluziona l’ibrido: 2.000 km di autonomia!

La nuova tecnologia di BYD promette viaggi da Monaco a Madrid senza dover fare rifornimento. È la soluzione all’ansia da autonomia che affligge...
Lucid Motors licenzia 400 dipendenti

Ristrutturazione in Lucid Motors: licenziati 400 dipendenti

L’azienda riduce del 6% la sua forza lavoro in vista della presentazione entro fine anno del Gravity, il suo primo SUV elettrico.

Le macchine di Waymo avrebbero dato segnalazioni di "disobbedienza".

USA: le autorità indagano su comportamenti anomali di Waymo

Gli investigatori federali valutano la sicurezza delle macchine di Waymo dopo segnalazioni di “disobbedienza”.

Alex Kendall è il CEO di Wayve

Wayve, la startup di guida autonoma, riceve finanziamenti per $1 miliardo

La startup britannica Wayve riceve un massiccio sostegno finanziario guidato da SoftBank e Nvidia.

Tesla

Tesla, ancora tagli: eliminati i team Supercharger e nuovi veicoli

Secondo The Informer, Tesla si appresta a ridurre i costi con una nuova ondata di licenziamenti. Che però sarebbero sorprendenti, in quanto riguarderebbero settori...
Elon Musk ieri è volato a Pechino domenica per una visita al premier Li Qiang. Che per Tesla potrebbe essere piuttosto importante.

Perché la visita di Elon Musk in Cina è importante

Elon Musk è volato a Pechino domenica per una visita al premier Li Qiang. Che per Tesla potrebbe essere piuttosto importante.

Share This