ICQ chiude dopo 28 anni di onorata carriera

da | 27 Mag 2024 | Tech

“Uh oh!”

Questo era l’avviso che segnalava l’arrivo di un nuovo messaggio, e che per chi ha una certa età e ha vissuto l’epoca in cui internet iniziava a diventare una parte integrante della vita quotidiana, è facilmente riconducibile a un solo nome: ICQ.

Acronimo di “I Seek You“, ICQ è stato uno dei primi servizi di messaggistica istantanea su internet. Lanciato nel novembre 1996 dalla startup israeliana Mirabilis, creata da quattro giovani israeliani, ICQ ha trasformato la comunicazione online permettendo chat in tempo reale.

Una delle sue caratteristiche distintive era l’assegnazione di un numero unico agli utenti, noto come UIN (User Identification Number), invece di utilizzare alias o indirizzi email. Questo approccio, insieme a funzionalità innovative come la possibilità di inviare messaggi a utenti offline e SMS ai telefoni cellulari, ha reso ICQ estremamente popolare.

Nel 1998, appena due anni dopo il lancio, Mirabilis è stata acquisita da AOL (America Online) per 287 milioni di dollari. Sotto la gestione di AOL, ICQ ha continuato a crescere rapidamente, raggiungendo i 100 milioni di utenti registrati entro il 2001.

Tuttavia, il successo di ICQ ha cominciato a diminuire con l’avvento di altri servizi di messaggistica come MSN Messenger e Yahoo! Messenger, che offrivano funzionalità simili e spesso migliori integrazioni con altri servizi online.

Nel 2010, AOL ha venduto ICQ a Digital Sky Technologies, una società russa che possiede VK (VKontakte), il principale social network russo. Sotto la nuova gestione, ICQ è stato aggiornato per competere con le nuove piattaforme di messaggistica come WhatsApp e Telegram, introducendo il supporto per dispositivi mobili, chiamate vocali e video, e la sincronizzazione multipiattaforma.

Ecco com’era ICQ una volta…

Nonostante questi sforzi, però, ICQ ha continuato a perdere terreno rispetto ai suoi concorrenti. La sua base utenti si è ridotta notevolmente e l’app è stata rimossa dagli app store di Apple e Google già prima dell’annuncio ufficiale della chiusura. Che è arrivata venerdì, quando VK ha annunciato che “ICQ smetterà di funzionare dal 26 giugno“, invitando gli utenti a passare ad altre piattaforme di chat offerte dalla compagnia.

ICQ ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della comunicazione online, dimostrando la fattibilità e la popolarità della messaggistica istantanea. E anche se probabilmente nessuno di noi lo usava più da anni, sapere che non ci sarà più sarà l’ennesimo, inevitabile memento che il tempo passa e non risparmia nessuno.

Uh oh…

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Google investe nel geotermico di Warren Buffet

Google investe nel geotermico di Buffet per il datacenter del Nevada

L’accordo con NV Energy e Fervo Energy fornirà 115 megawatt di energia geotermica ai data center di Google nel Nevada

Brad Smith, presidente di Microsoft

Microsoft al Congresso: “responsabili per gli attacchi di Cina e Russia”

Brad Smith, presidente di Microsoft: “Ogni problema riscontrato è colpa nostra”.

Elon Musk ha ritirato la causa contro OpenAI
,

Elon Musk ritira la causa contro OpenAI

Tanto tuonò che… non piovve.

Aerei solari, la nuova frontiera della sorveglianza e delle telecomunicazioni

Aerei solari, la nuova frontiera di sorveglianza e telecomunicazioni

Sono leggerissimi, consumano come un asciugacapelli, possono restare in volo per lunghissimo tempo e offrono servizi migliori rispetto a palloni sonda e satelliti. Ecco...
Elon Musk minaccia il divieto di accesso ai dispositivi Apple con OpenAI

Elon Musk minaccia il divieto ai dispositivi Apple con OpenAI nei suoi stabilimenti

L’imprenditore critica duramente la scelta di Apple di collaborare con OpenAI, sollevando preoccupazioni su privacy e sicurezza.

Apple punta forte sull'IA con Apple Intelligence
,

Apple Intelligence: ecco le nuove funzionalità IA per iPhone e Mac

Siri Conversazionale, Genmoji e l’accesso a GPT-4o. Il colosso di Cupertino prova a rilanciarsi nella corsa all’intelligenza artificiale con Apple...
Share This