Google vuole realizzare “l’IA più evoluta al mondo” entro il 2024. Ma non sarà indolore

da | 24 Gen 2024 | IA

Come emerge da un documento interno divulgato da Alex Heath di The Verge, Google ha recentemente delineato i suoi obiettivi aziendali per il 2024. Nella comunicazione interna si legge che l’obiettivo chiave di quest’anno è sviluppare “l’intelligenza artificiale più sofisticata, sicura ed etica al mondo”.

Ma non è l’unico. Tra gli altri traguardi troviamo incrementare la conoscenza, l’apprendimento, la creatività e l’efficienza lavorativa; sviluppare piattaforme di computing personale e dispositivi innovativi; sostenere le imprese e gli sviluppatori nel loro lavoro su Google Cloud; offrire prodotti e piattaforme di massima affidabilità, e infine creare un ambiente di lavoro e un’azienda “eccezionali” per i dipendenti e per il mondo.

C’è però un ultimo obiettivo, ossia “ottimizzare la velocità operativa, l’efficienza e la produttività aziendale, assicurando al contempo un risparmio di costi duraturo”, che lascia aperta la porta a un’ulteriore riduzione del personale.

Questa speculazione trova conferma in una nota interna da parte di Pichai, nella quale parla di “obiettivi audaci” e “priorità importanti” per l’anno in corso. Per raggiungere i quali sarebbero necessarie “decisioni ardue”, così da aumentare l’efficienza. I licenziamenti previsti per alcuni potrebbero essere meno estesi dei 12mila dello scorso gennaio, mentre secondo CNBC Google taglierà altri 30mila posti di lavoro.

Il forte accento posto sull’IA non stupisce. Al momento Google è indietro rispetto a Microsoft e OpenAI per quanto riguarda la tecnologia e l’implementazione dell’intelligenza artificiale. I modelli Gemini presentati l’anno scorso non sono riusciti a competere con quelli di OpenAI, che peraltro è già al lavoro sull’aggiornamento di GPT-4.

Per quanto riguarda la commercializzazione, Google sta cercando, similmente a Microsoft, di integrare l’IA nei suoi prodotti esistenti, come le applicazioni aziendali, gli smartphone Pixel e la ricerca basata su IA generativa. Nonostante ciò, Google non ha ancora lanciato un prodotto di IA standalone di successo come ChatGPT.

Si ritiene che l’azienda stia sviluppando una nuovo chatbot basato sul suo modello più avanzato di Gemini Ultra. Tuttavia, il chatbot Bard è ancora lontano dal raggiungere la popolarità di ChatGPT in termini di utenza, sebbene offra già ora eccellenti funzionalità e gratuitamente.

La crescita più rapida del settore cloud di Microsoft rispetto a quella di Google, favorita dalla collaborazione con OpenAI, rappresenta senz’altro una criticità per Google. Basti pensare che, cavalcando l’intelligenza artificiale, il colosso capitanato da Satya Nadella ha conseguito il primato di azienda con la maggiore capitalizzazione al mondo.

Tutte le grandi società tecnologiche guardano al cloud come alla nuova frontiera di espansione del proprio business. Vedremo chi riuscirà ad affermarsi in una corsa che promette di riscrivere gli equilibri degli ultimi vent’anni.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

La famiglia di modelli Nemotron-4 340B servirà per l’addestramento dei degli LLM in tutti quei casi in cui i dati reali sono costosi, difficili da ottenere o...
Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

La scelta è dovuta alla richiesta dell’Irlanda. Delusa Meta, soddisfatte NYOB, DPC e ICO.

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi

Dream Machine: il text-to-video di Luma Labs è già disponibile

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi.

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Share This