Scarlett Johansson accusa OpenAI: “hanno usato la mia voce senza permesso”

da | 21 Mag 2024 | IA

Che Sam Altman abbia un debole per il film Her, appariva evidente quando in occasione del lancio di GPT-4o aveva twittato solamente una parola, “her” per l’appunto.

“Her” è un film del 2013 scritto e diretto da Spike Jonze. La storia è ambientata in un futuro non troppo distante e segue Theodore Twombly, interpretato da Joaquin Phoenix, un uomo solitario che dopo la fine del suo matrimonio vive una vita isolata e triste.

Un giorno, decide di acquistare un nuovo sistema operativo avanzato progettato per soddisfare tutte le sue esigenze. Il sistema operativo, chiamato OS1, ha una voce femminile che si autodefinisce Samantha, ed è mosso da una intelligenza artificiale che ha la capacità di apprendere e crescere emotivamente.

Col passare del tempo, Theodore e Samantha sviluppano una relazione sempre più profonda e intima, con Theodore che trova in Samantha una compagna comprensiva e stimolante. La loro relazione solleva molte questioni filosofiche e morali riguardanti l’amore, la solitudine e la connessione umana in un mondo sempre più tecnologico.

In “Her”, Scarlett Johansson presta la sua voce al personaggio di Samantha, un avanzato sistema operativo dotato di intelligenza artificiale. Samantha è progettata per assistere e interagire con gli utenti, adattandosi e crescendo in base alle loro esigenze e preferenze. La sua voce calda, empatica e intelligente gioca un ruolo cruciale nel film, poiché diventa il principale punto di connessione emotiva col protagonista, Theodore Twombly, interpretato da Joaquin Phoenix.

E ora che sappiamo tutto questo, è più facile comprendere la news di cui andiamo a parlare. Durante la dimostrazione di GPT-4o, infatti, Mira Murati insieme a due dimostratori in studio hanno esibito la capacità vocali del nuovo modello di OpenAI, capace di dialogare con gli umani come appunto faceva Samantha nel film Her. Ma a qualcuno dev’essere scappata la mano, perché Scarlett Johansson afferma che quella è proprio la sua voce. Ottenuta, però, senza il suo consenso.

L’attrice americana ha dichiarato che OpenAI le ha chiesto di essere la voce di ChatGPT ma, quando ha rifiutato, l’azienda ha comunque creato una voce che suona esattamente come la sua. In una recente dichiarazione, Johansson ha detto di essere stata “costretta a assumere un avvocato” e di aver inviato due lettere a OpenAI per chiedere spiegazioni su come sia stata creata la voce di ChatGPT, conosciuta come Sky, che assomiglia alla sua.

“Lo scorso settembre ho ricevuto un’offerta da Sam Altman, che voleva assumermi per dare voce all’attuale sistema ChatGPT 4.0”, scrive Johansson. Ha aggiunto che Altman ha contattato il suo agente fino a due giorni prima della presentazione della voce di ChatGPT, chiedendole di riconsiderare. Johansson si è detta “scioccata, arrabbiata e incredula” per quanto “inquietantemente simile” fosse la voce di Sky alla sua.

Altman ha dichiarato di ammirare il lavoro di Johansson e ha spiegato che Her è il suo film preferito, da cui il suo tweet che vedete qui sopra. Tuttavia, ha sostenuto che la voce proviene da un’attrice assunta da OpenAI, che ha utilizzato la sua voce naturale. L’azienda ha però rifiutato di rivelare il nome dell’attrice per motivi di privacy.

In una dichiarazione a The Verge, Altman afferma: “La voce di Sky non è quella di Scarlett Johansson e non è mai stata nostra intenzione farla somigliare alla sua. Abbiamo scelto l’attore vocale per Sky prima di contattare la signora Johansson. Per rispetto verso la signora Johansson, abbiamo sospeso l’uso della voce di Sky nei nostri prodotti. Ci scusiamo con la signora Johansson per non aver comunicato meglio.”

Per dovere di cronaca, segnaliamo che la voce di Sky è disponibile da quando OpenAI ha lanciato la modalità vocale di ChatGPT lo scorso settembre. Il collegamento con la Johansson è diventato evidente solo la settimana scorsa, quando OpenAI ha presentato GPT-4.0, rendendo la voce più espressiva. La questione è stata anche trattata dal Saturday Night Live.

Al momento, Johansson sembra voler solo una spiegazione. Ha dichiarato di cercare “una soluzione in trasparenza” e ha chiesto a OpenAI di “dettagliare il processo esatto con cui hanno creato” la voce di Sky. Il CTO di OpenAI, Mira Murati, ha affermato che la voce di Sky non è stata progettata per somigliare a quella di Johansson.

Joanne Jang, responsabile del comportamento dei modelli presso OpenAI, ha dichiarato che l’azienda ha avviato “conversazioni” con i rappresentanti della Johansson riguardo alle loro preoccupazioni.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

La famiglia di modelli Nemotron-4 340B servirà per l’addestramento dei degli LLM in tutti quei casi in cui i dati reali sono costosi, difficili da ottenere o...
Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

La scelta è dovuta alla richiesta dell’Irlanda. Delusa Meta, soddisfatte NYOB, DPC e ICO.

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi

Dream Machine: il text-to-video di Luma Labs è già disponibile

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi.

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Share This