IA: negli USA, IBM ha depositato più brevetti di Google e Microsoft

da | 10 Feb 2024 | IA

Stando a quanto riferisce IFI Claims, IBM e non Microsoft, Google o OpenAI, è l’azienda che ha presentato il maggior numero di domande di brevetto legate all’intelligenza artificiale negli Stati Uniti negli ultimi cinque anni. Si tratta di un dato significativo perché i brevetti sono l’indicatore della forza della ricerca di una nazione, e l’aumento del volume complessivo delle domande di brevetti legati all’IA, dimostra un forte interesse da parte delle grandi aziende tecnologiche.

Il primato di IBM potrebbe suggerire che il suo impegno nell’intelligenza artificiale sia più che una semplice strategia di marketing. Secondo l’analisi di IFI Claims, IBM ha effettuato 1591 domande di brevetto legate all’IA, seguita da Google, Microsoft, Samsung, Intel, Adobe, Capital One e dalla cinese Baidu. Più del 22% di questi brevetti riguarda l’IA generativa, con un tasso di crescita annuo del 16% negli ultimi cinque anni.

Sorprendentemente OpenAI, l’azienda di ChatGPT, pioniere dell’IA, non figura nemmeno tra le prime 25 aziende nella lista. IFI Claims ha trovato solo una domanda di brevetto di OpenAI, diventata pubblica di recente, il che suggerisce che l’azienda protegga la sua proprietà intellettuale ricorrendo ai segreti industriali piuttosto che ai brevetti.

IBM ha dichiarato di voler adottare un approccio più selettivo ai brevetti, concentrandosi su aree chiave come l’IA. In questo ambito i suoi brevetti si dividono tra immagini, discorso, testo e video, così come quelli di Google e Samsung. Quelli di Nvidia, invece, si focalizzano maggiormente su immagini e video, mentre quelli di Apple sul linguaggio.

Resta però sempre da affrontare il tema del trattamento delle invenzioni prodotte dall’IA stessa: la legge infatti non ha ancora stabilito come trattare le invenzioni generate dall’IA, e la maggior parte delle forme di protezione della proprietà intellettuale richiede un’opera di ingegno umano.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

La famiglia di modelli Nemotron-4 340B servirà per l’addestramento dei degli LLM in tutti quei casi in cui i dati reali sono costosi, difficili da ottenere o...
Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

Meta sospende il lancio dei modelli di IA in Europa

La scelta è dovuta alla richiesta dell’Irlanda. Delusa Meta, soddisfatte NYOB, DPC e ICO.

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi

Dream Machine: il text-to-video di Luma Labs è già disponibile

Dream Machine è in grado di generare 120 fotogrammi di video in 120 secondi.

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Share This