L’IA finisce sul banco degli imputati nel nuovo docu-crime di Netflix

da | 20 Apr 2024 | IA

Il documentario di Netflix dal titolo What Jennifer Did ha rapidamente catturato l’attenzione del pubblico. Il film esplora il macabro caso di Jennifer Pan, una donna canadese che ha pagato degli assassini 10.000 dollari per uccidere i propri genitori.

Tuttavia, il successo del documentario è stato presto oscurato da alcune controversie relative all’autenticità delle immagini presentate. Controversie che non solo si riallacciano alla news di VASA-1 che abbiamo appena pubblicato, ma che mostrano quanto l’avvento dell’intelligenza artificiale stia rendendo sospettose le persone, che ormai a torto o a ragione cominciano a non fidarsi più di ciò che vedono (sugli schermi delle televisioni come degli smartphone).

Il primo a riportare il fatto è stato Futurism, secondo cui molti spettatori della serie di Netflix hanno notato anomalie nelle immagini, come orecchini incoerenti e dettagli facciali inverosimili quali dita deformate e un dente anteriore eccessivamente lungo. Quest’ultimo particolare, peraltro, è stato utilizzato nel poster promozionale del documentario.

Il fatto che i titoli di coda della serie di Netflix non menzionino l’utilizzo di tecnologie basate sull’IA ha suscitato ulteriori dubbi, con alcuni che accusano i filmmaker di aver manipolato un’opera che avrebbe dovuto riflettere fedelmente la realtà.

Una delle immagine finite nella lente dei fan. Secondo voi sono la conferma dell’utilizzo dell’IA?

In risposta alle accuse Jeremy Grimaldi, giornalista e autore di un libro sul caso di Jennifer Pan, nonché collaboratore nella ricerca e fornitore di materiale filmato alla produzione, ha assicurato al Toronto Star che le immagini utilizzate non sono frutto di intelligenza artificiale.

Grimaldi ha ammesso che alcune foto sono state modificate ma ha precisato che l’intento non era quello di alterare la verità, bensì di proteggere l’identità della fonte delle immagini: “In ambito cinematografico è prassi utilizzare diversi strumenti, come Photoshop, per trattare le immagini. Le foto di Jennifer sono autentiche e ritraggono fedelmente il suo aspetto, mentre gli sfondi sono stati modificati per tutelare l’anonimato delle fonti”.

L’impiego crescente dell’intelligenza artificiale a Hollywood ha scatenato non poche polemiche, coi sindacati degli sceneggiatori che denunciano l’utilizzo dell’IA come potenziale macchina del plagio. Anche il semplice utilizzo dell’intelligenza artificiale per realizzare dei poster cinematografici, come nel caso dell’ultima stagione di True Detective, ha sollevato dibattiti accesi. “Perché fare lo sforzo di stampare un poster AI e non semplicemente un poster vero? Sembra un modo di fare aggressivamente pigro”, ha scritto un utente di Reddit.

Il logo dei Metallica sullo sfondo non è sfuggito all’occhio attento degli spettatori di True Detective.

Non possiamo che chiudere con una domanda: secondo voi le immagini che avete visto in questo articolo sono state realizzate con l’IA?

POTREBBE INTERESSARTI

ByteDance e Broadcom avviano una collaborazione strategica per l'IA
,

ByteDance e Broadcom: al via una collaborazione per l’IA

L’azienda americana produrrà un chip da 5nm per la casa madre di TikTok, che lo scorso anno avrebbe già investito 2 miliardi di dollari in chip Nvidia.

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell'UE
,

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell’UE

Il gigante tecnologico indica il Digital Markets Act come la causa di questa decisione.

TikTok prova a rivoluzionare l'ADV ma inciampa clamorosamente

TikTok prova a rivoluzionare l’ADV ma inciampa clamorosamente

I Symphony Digital Avatars, il nuovo strumento di TikTok per la creazione di contenuti generati dall’IA, finiscono nel mirino dopo che una falla ha consentito la...
Ecco come di comporta Claude 3.5 Sonnet rispetto agli altri modelli.

Più veloce e intelligente: ecco Claude 3.5 Sonnet

Claude 3.5 Sonnet è il modello più avanzato di Anthropic, e promette prestazioni superiori a GPT-4 e Gemini

Il produttore di chip TSMC vola in borsa

La valutazione di TSMC vola alle stelle trascinata di Nvidia

TSMC si sta avvicinando alla valutazione di mille miliardi di dollari a Wall Street trascinata da Nvdia e dall’esplosione dell’IA.

L'IA non è in grado di prendere ordini da McDonald's

McDonald’s: l’IA non è ancora in grado di prendere gli ordini al drive-in

McDonald’s, la famosa catena di fast food, negli Stati Uniti ha deciso di disabilitare un sistema basato sull’intelligenza artificiale utilizzato nei...
Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
Share This