Secondo Adecco, l’IA porterà a tagli del personale

da | 5 Apr 2024 | IA, Business

L’intelligenza artificiale sarà una forza capace di ridisegnare il panorama occupazionale, con un impatto significativo sul numero di lavoratori impiegati dalle aziende nei prossimi cinque anni. E la sua capacità di produrre testi, immagini e video su richiesta, è al centro di un dibattito che oscilla tra la speranza di un’automazione dei compiti ripetitivi e la preoccupazione per la potenziale obsolescenza di determinate professioni.

In questo contesto, colossi tecnologici come Microsoft e Google hanno avviato negli ultimi mesi consistenti tagli al personale, orientando le proprie risorse verso lo sviluppo di piattaforme innovative quali ChatGPT di OpenAI e il chatbot Gemini di Google. E probabilmente non saranno le uniche aziende a muoversi in questa direzione. A dirlo è Adecco, gruppo leader nel settore della fornitura di servizi di risorse umane, che al riguardo ha condotto un sondaggio globale su dirigenti di 2.000 grandi imprese.

Secondo il 41% dei dirigenti di alto livello intervistati, l’avanzamento tecnologico dell’IA comporterà una riduzione della forza lavoro, un dato da ritenersi affidabile in quanto quello di Adecco è uno dei sondaggi più estesi sul tema dell’IA. Che fa seguito a un’analisi del 2023 del World Economic Forum, secondo la quale sebbene il 25% delle aziende intervistate prevedesse riduzioni di personale legate all’IA, il 50% s’aspettava la creazione di nuove opportunità professionali.

Nonostante la percezione dell’IA come elemento di svolta nel mondo del lavoro, la maggior parte dei dirigenti ammette di non aver ancora compiuto passi significativi verso l’integrazione di questa tecnologia. “Quasi tutti i lavori saranno influenzati dall’IA in un modo o nell’altro,” ha dichiarato Denis Machuel, CEO di Adecco, a Reuters.

Machuel ha poi sottolineato la duplice natura dell’IA, capace tanto di eliminare posti di lavoro quanto di generarne di nuovi, esprimendo fiducia in un equilibrio tra le opportunità lavorative create e quelle perdute a causa dell’IA: “Dieci anni fa c’era questa grande paura che molti lavori sarebbero stati distrutti dal digitale, quando in realtà ha creato anche molti impieghi”. Machuel ha infine evidenziato l’importanza della formazione del personale esistente per lavorare a fianco delle nuove tecnologie, piuttosto che puntare unicamente sull’assunzione di specialisti esterni.

Adecco, che ha condotto il sondaggio tra imprese negli Stati Uniti, in Gran Bretagna, Francia, Germania, Giappone, Spagna, Canada, Australia e Singapore e che opera in vari settori tra cui difesa, farmaceutico, sanità, industria e logistica, riconosce nell’IA una “enorme opportunità” anche per il proprio lavoro con i clienti. “Abbiamo già iniziato la formazione e il miglioramento delle competenze delle persone per conto dei nostri clienti”, ha concluso Machuel, sottolineando l’interesse crescente per progetti di consulenza in questo ambito.

POTREBBE INTERESSARTI

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell'UE
,

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell’UE

Il gigante tecnologico indica il Digital Markets Act come la causa di questa decisione.

TikTok prova a rivoluzionare l'ADV ma inciampa clamorosamente

TikTok prova a rivoluzionare l’ADV ma inciampa clamorosamente

I Symphony Digital Avatars, il nuovo strumento di TikTok per la creazione di contenuti generati dall’IA, finiscono nel mirino dopo che una falla ha consentito la...
Ecco come di comporta Claude 3.5 Sonnet rispetto agli altri modelli.

Più veloce e intelligente: ecco Claude 3.5 Sonnet

Claude 3.5 Sonnet è il modello più avanzato di Anthropic, e promette prestazioni superiori a GPT-4 e Gemini

Il produttore di chip TSMC vola in borsa

La valutazione di TSMC vola alle stelle trascinata di Nvidia

TSMC si sta avvicinando alla valutazione di mille miliardi di dollari a Wall Street trascinata da Nvdia e dall’esplosione dell’IA.

L'IA non è in grado di prendere ordini da McDonald's

McDonald’s: l’IA non è ancora in grado di prendere gli ordini al drive-in

McDonald’s, la famosa catena di fast food, negli Stati Uniti ha deciso di disabilitare un sistema basato sull’intelligenza artificiale utilizzato nei...
Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

NVIDIA lancia Nemotron-4 340B per la generazione di dati sintetici

La famiglia di modelli Nemotron-4 340B servirà per l’addestramento dei degli LLM in tutti quei casi in cui i dati reali sono costosi, difficili da ottenere o...
Share This