Xbox diventa multipiattaforma? La community è divisa e il futuro di Microsoft pare incerto

da | 6 Feb 2024 | Videogames

Una violenta onda d’urto ha travolto la community Xbox nelle ultime ore, con la diffusione di indiscrezioni che ribaltano completamente lo scenario del gaming: secondo XboxEra, Microsoft starebbe pianificando di portare alcune delle sue esclusive più attese anche su PlayStation 5. Tra queste, Starfield e il prossimo gioco di Indiana Jones, .

Le reazioni dei videogiocatori sono contrastanti. Da un lato c’è chi accoglie con favore la possibilità di giocare a questi titoli su PlayStation, qualora venissero resi accessibili a un pubblico più ampio. Dall’altro, molti giocatori Xbox si sentono traditi e delusi, vedendo minacciata l’identità stessa della piattaforma che hanno scelto e supportato.

Se confermata ufficialmente, la notizia sarebbe clamorosa e andrebbe a corroborare i numerosi rumor che, nelle scorse settimane, hanno visto per protagonista il vociferato lancio sulle console di Nintendo e Sony di Hi-Fi Rush, gioco sviluppato da Tango Gameworks in esclusiva per Xbox.

Sarebbe un cambio di strategia netto da parte del colosso statunitense, che agli occhi di alcuni giornalisti come Mike Minotti di GamesBeat, assume i connotati di una vera e propria resa, l’accettazione definitiva della fine della console war come viene intesa dai fan più integralisti. D’altro canto, se esaminiamo il passato recente della compagnia, appare evidente come le acquisizioni di Bethesda e Activision abbiano avuto un impatto modesto dal lato delle vendite.

A dispetto di un portfolio di studi attualmente impressionante, non sono stati registrati significativi aumenti di venduto hardware e software di Microsoft, con Xbox che ha visto la concorrenza vendere sistematicamente più unità in praticamente tutti i principali mercati. Anche a dispetto di quell’offerta gargantuesca che risponde al nome di Game Pass, capace di garantire l’accesso a un corposissimo numero di titoli, spesso sin dal day one e a prezzi davvero competitivi.

Ecco, quindi, che l’idea di abbracciare l’utenza altrui non appare così fuori luogo, soprattutto se consideriamo l’orientamento di Phil Spencer, da sempre restio a vedere nell’hardware la discriminante del successo. D’altro canto, aprirsi a un bacino d’utenza davvero ampio come quello di Sony, rappresentaerebbe un’occasione ghiotta per Microsoft, che potrebbe beneficiare di un ritorno economico importante oltre che di un ampiamento della portata del proprio marchio. Non è da escludere che ciò possa essere anche un primo passo verso l’approdo del Game Pass sulle console rivali, così da mettere in atto una delle idee più intriganti di Spencer.

Si tratta di un modus operandi che potrebbe avere una sua logica se si ragiona nel lungo termine e si ipotizza uno scenario aperto, in cui a fare la differenza sarà la capillarità dell’offerta e la potenza dei servizi. In tal senso la visione di Microsoft appare meno conservatrice di quella di Sony, che solamente negli ultimi anni si è aperta anche al mondo PC. È anche vero che, numeri alla mano, al momento è Microsoft quella che ha maggiormente da guadagnare da una simile strategia, vista la posizione dominante del rivale giapponese, che gode del favore degli acquirenti.

Resta da capire come reagirà effettivamente ad un cambio di rotta così radicale l’utenza Xbox, che potrebbe sentirsi declassata al rango di beta tester delle produzioni first party, che giungerebbero paradossalmente su PS5 già rodate dagli utenti Microsoft. Sarà anche interessante capire se un simile approccio non rappresenti per il colosso di Redmond l’inizio della transizione del brand Xbox verso un futuro unicamente da publisher, come già avvenuto per SEGA all’inizio degli anni 2000. Di sicuro il silenzio dietro cui si è trincerata la divisione Xbox al sorgere di questi rumor, non fa che alimentare le speculazione e il malumore degli appassionati.

POTREBBE INTERESSARTI

Microsoft annuncia una Xbox Series X bianca senza disco

Microsoft annuncia una Xbox Series X bianca senza disco

Arriverà anche una nuova Xbox Series X da 2TB in nero.

Keywords Studios è l'azienda leader in servizi di supporto per l'industria dei videogiochi

Keywords in trattative con EQT per un’acquisizione da £2 miliardi

L’azienda leader nei servizi di supporto per l’industria dei videogiochi attira l’interesse della svedese EQT. E le azioni vanno ai massimi...
Microsoft aggiungerà il prossimo Call of Duty al Game Pass

Microsoft aggiungerà il prossimo Call of Duty al Game Pass

L’annuncio ufficiale è atteso all’Xbox Games Showcase.

Microsoft chiuderà quattro studi di Bethesda

Microsoft chiuderà quattro studi di Bethesda

La divisione Xbox di Microsoft taglierà Arkane Austin, lo sviluppatore di Redfall e anche Tango Gameworks.

L'attaccante del Manchester City, Erling Haaland, diventerà un personaggio di Clash of Clans.

Erling Haaland diventa la prima persona reale in Clash of Clans

L’attaccante del Manchester City, Erling Haaland, diventa un personaggio di Clash of Clans. Ci gioca da oltre 10 anni.

Lars Wingefors, CEO di Embracer, ha annunciato oggi la divisione del colosso scandinavo dei videogame in tre diverse entità

Embracer si fa in tre e il mercato la premia

Dopo nove mesi lacrime e sangue, Embracer si divide in Asmodee Group, Coffee Stain & Friends e Middle-Earth Enterprises & Friends. E gli azionisti la...
Savvy Games aumenterà gli investimenti nel mobile dopo il successo di Monopoly Go.

Savvy Games accelera su mobile dopo il successo di Monopoly Go

Con 2 miliardi di dollari di ricavi, il gioco mobile guida l’espansione strategica della saudita Savvy Games nel settore videoludico.

Il produttore di Grand Theft Auto, Take-Two, licenzierà il 5% del personale

Il produttore di Grand Theft Auto, Take-Two, licenzierà il 5% del personale

Take-Two cancellerà anche alcuni progetti.

Nel 2023 i videogiocatori hanno speso la maggior parte del tempo con titoli vecchi almeno 6 anni

Nel 2023 i gamer hanno speso la maggior parte del tempo con videogiochi vecchi almeno 6 anni

Nel mercato dei videogiochi sembra esserci poco spazio per le novità.

NEO NPC mira a superare i limiti degli attuali NPC utilizzando l'IA generativa.

Ubisoft porta l’IA generativa nei videogiochi con NEO NPC

Ubisoft presenta alla GDC 2024 NEO NPC, una tecnologia rivoluzionaria basata sull’intelligenza artificiale. Ma roleplay non significa necessariamente...
Share This