USA: le autorità indagano su comportamenti anomali di Waymo

da | 14 Mag 2024 | Automotive

Gli Stati Uniti hanno avviato un’indagine sulle prestazioni dei veicoli autonomi di Waymo, la divisione di Alphabet specializzata nella tecnologia di guida autonoma. La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha messo sotto esame circa 444 veicoli, a seguito di 22 segnalazioni che includevano 17 incidenti.

Secondo le autorità, in diversi casi i sistemi di guida automatizzata “sembravano disobbedire ai dispositivi di controllo della sicurezza del traffico” e alcuni incidenti si sono verificati poco dopo che i sistemi di guida automatizzata “hanno mostrato un comportamento inaspettato vicino ai dispositivi di controllo della sicurezza del traffico”.

Questa situazione evidenzia da un lato la crescente preoccupazione riguardo la sicurezza delle auto a guida autonoma, un tema già scottante per le aziende produttrici di veicoli elettrici, tra cui Tesla. Non a caso, di recente quest’ultima ha richiamato oltre due milioni di veicoli negli Stati Uniti per aggiornare le protezioni del sistema Autopilot, in seguito alle stringenti regolamentazioni e ai controlli di sicurezza imposti dagli enti americani.

E sempre non casualmente, Elon Musk, durante la sua recente visita in Cina, ha evidenziato sia l’importanza strategica della tecnologia di guida autonoma per la sua azienda, sia le difficoltà incontrate a livello normativo in patria. Tant’è che il mercato asiatico, più che un comodo approdo sta assumendo i connotati della scialuppa di salvataggio per la tecnologia Full Self-Driving di Tesla. Peccato solo che da quelle parti la concorrenza sia particolarmente agguerrita.

Il finale di questa vicenda probabilmente non segnerà una svolta decisiva per il futuro della mobilità autonoma. E se è vero che la sicurezza rimane una priorità assoluta che richiede un’attenta regolamentazione, è altrettanto vero che il potenziale tecnologico della guida autonoma sarebbe già oggi impattante.

Come ha ricordato il Dr. Savaresi del Politecnico di Milano, le tecnologie di guida autonoma allo stato attuale sono già più efficienti del 10% rispetto alla guida umana. Il che significa che già oggi, se tutte le macchine fossero ipoteticamente guidate dall’IA, ogni anno ci sarebbe il 10% in meno di morti per incidenti stradali.

Culturalmente però non siamo ancora pronti ad accettare errori non umani e alle prossime autorità della sicurezza stradale, statunitensi e non solo, spetterà il compito di guidare l’evoluzione di questa rivoluzionaria tecnologia con la giusta obbiettività.

POTREBBE INTERESSARTI

Un cruscotto di un'auto con CarPlay

Apple ripensa CarPlay per vincere le resistenze dei produttori d’auto

Apple sta lavorando sulla prossima generazione di CarPlay, un sistema progettato per unificare le interfacce su ogni schermo dell’auto.

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

L’industria assicurativa, sempre alla ricerca di nuove informazioni su come guidiamo, negli Stati Uniti ha trovato alleati preziosi nei produttori di automobili e...
Il pacchetto retributivo da 56 miliardi di dollari di Elon Musk è stato riapprovato. Foto: Apu Gomes/Getty Images

Gli azionisti di Tesla approvano il bonus da $56 miliardi di Elon Musk

Ieri gli azionisti di Tesla hanno riapprovato il pacchetto retributivo di Elon Musk, che lo renderà il dirigente più pagato della storia. Telenovela finita, dunque? In...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
BYD rivoluziona l'ibrido: 2.000 km di autonomia!

BYD rivoluziona l’ibrido: 2.000 km di autonomia!

La nuova tecnologia di BYD promette viaggi da Monaco a Madrid senza dover fare rifornimento. È la soluzione all’ansia da autonomia che affligge...
Lucid Motors licenzia 400 dipendenti

Ristrutturazione in Lucid Motors: licenziati 400 dipendenti

L’azienda riduce del 6% la sua forza lavoro in vista della presentazione entro fine anno del Gravity, il suo primo SUV elettrico.

Alex Kendall è il CEO di Wayve

Wayve, la startup di guida autonoma, riceve finanziamenti per $1 miliardo

La startup britannica Wayve riceve un massiccio sostegno finanziario guidato da SoftBank e Nvidia.

Tesla

Tesla, ancora tagli: eliminati i team Supercharger e nuovi veicoli

Secondo The Informer, Tesla si appresta a ridurre i costi con una nuova ondata di licenziamenti. Che però sarebbero sorprendenti, in quanto riguarderebbero settori...
Elon Musk ieri è volato a Pechino domenica per una visita al premier Li Qiang. Che per Tesla potrebbe essere piuttosto importante.

Perché la visita di Elon Musk in Cina è importante

Elon Musk è volato a Pechino domenica per una visita al premier Li Qiang. Che per Tesla potrebbe essere piuttosto importante.

Col lancio imminente del Tesla Network, Elon Musk entra nel mercato del trasporto privato con un'offerta completamente autonoma.

Tesla sfida Uber: ecco la nuova app per la mobilità autonoma

Col lancio imminente del Tesla Network, Elon Musk entra nel mercato del trasporto privato con un’offerta completamente autonoma.

Share This