USA: $11 miliardi per rivoluzionare il settore dei semiconduttori

da | 14 Feb 2024 | Business

Se seguite queste pagine, ormai avete ben chiaro che quello dei semiconduttori non è solo un settore da 125 miliardi di dollari, ma è un’industria dalla quale dipendono i destini di una nazione. Dal punto di vista economico, strategico e militare.

Ecco allora perché, con una mossa significativa per rafforzare l’industria dei semiconduttori negli Stati Uniti, la Casa Bianca ha annunciato venerdì scorso un imponente programma di ricerca e sviluppo da 11 miliardi di dollari. Il fulcro di questo programma è il nuovo Centro Nazionale di Tecnologia dei Semiconduttori (National Semiconductor Technology Center, NSTC), per il quale sono stati stanziati 5 miliardi di dollari, segnando un passo decisivo nel rafforzamento tecnologico americano.

Questa iniziativa segue l’approvazione, nell’agosto 2022, della legge Chips and Science Act da parte del Congresso. Questa legge assegna un totale di 52,7 miliardi di dollari al settore, suddivisi in 39 miliardi di sussidi per la produzione di semiconduttori e 11 miliardi per la ricerca e lo sviluppo. La legge introduce anche un credito d’imposta del 25% per la costruzione di impianti di chip, una mossa stimata essere del valore di circa 24 miliardi di dollari.

L’NSTC rappresenta un’importante collaborazione tra pubblico e privato, coinvolgendo il governo, l’industria, accademici e venture capitalist, mirando a stimolare l’innovazione e la competitività degli Stati Uniti sul palcoscenico globale. “È tempo per gli Stati Uniti di competere e superare il resto del mondo,” ha affermato il Segretario al Commercio degli Stati Uniti, Gina Raimondo, sottolineando l’importanza di questo centro nell’avanzamento tecnologico nazionale.

La Segretaria all’Energia, Jennifer Granholm, ha evidenziato l’importanza strategica di questa iniziativa, sottolineando che non solo mira a prevenire la perdita di posti di lavoro all’estero, ma anche a incrementare l’occupazione negli Stati Uniti. “Una nazione che trascura la ricerca e lo sviluppo è destinata a rimanere indietro. Noi non lasceremo che ciò accada”, ha dichiarato Granholm.

L’NSTC, inoltre, istituirà un fondo di investimento dedicato al sostegno delle aziende emergenti nel campo dei semiconduttori, agevolando il passaggio dalla ricerca alla commercializzazione.

Accanto all’NSTC, la legge del 2022 prevede anche la creazione del National Advanced Packaging Manufacturing Program e di nuovi istituti di produzione incentrati sui semiconduttori. Secondo quanto dichiarato da Raimondo, il Dipartimento del Commercio è in procinto di assegnare importanti finanziamenti per la produzione di chip nei prossimi due mesi, segnando un’ulteriore tappa cruciale in questa strategia di rilancio.

Questi sviluppi sono particolarmente significativi in quanto rappresentano un investimento senza precedenti nella produzione e nella ricerca sui semiconduttori negli Stati Uniti, con il potenziale di trasformare radicalmente il settore e rafforzare la posizione competitiva del paese a livello globale.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Apple torna a essere la regina del mercato

L’IA rende (nuovamente) Apple l’azienda più ricca al mondo

Gli annunci della WWDC 2024 proiettano il valore di Apple oltre quello di Microsoft, fino a raggiungere una capitalizzazione di 3,29 trilioni di dollari.

Dazi e indagini: mano pensate della UE contro i sussidi cinesi

Dazi fino al 38% e indagini: mano pesante della UE contro la Cina

In vista maggiorazioni fino al 38,1% sulle auto elettriche e varie investigazioni per verificare il corretto funzionamento del mercato. Ma la sensazione è che si voglia...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
Nvidia sorpassa Apple in borsa e si avvicina al primato di Microsoft

Nvidia sorpassa Apple e riscrive le gerarchie della Silicon Valley

La valutazione record del produttore di chip sfiora i 3,012 trilioni di dollari, superando Apple e avvicinandosi al primato di Microsoft.

La saudita Prosperity7 Ventures ha investito 400 milioni di dollari nella della startup cinese Zhipu AI

Strappo saudita con gli USA: $400 milioni all’IA cinese di Zhipu

Prosperity7 Ventures, braccio di Saudi Aramco, diventa il primo investitore straniero a sostenere una startup di IA generativa in Cina.

Nvidia rimbalza in borsa grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

NVIDIA: ascesa vertiginosa in borsa grazie gli investimenti nell’IA

Dopo il crollo di settimana scorsa, Nvidia registra un’impennata della capitalizzazione di mercato grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

I fondatori di Perplexity AI, da sinistra a destra: Aravind Srinivas, Denis Yarats e Johnny Ho. Foto: The Wall Street Journal

Perplexity AI supera il miliardo di dollari

La valutazione di Perplexity AI è raddoppiata in soli tre mesi, segnale dell’interesse crescente degli investitori per un’alternativa a Google basata...
Tesla: nel primo trimestre i profitti crollano del 55%

Tesla: nel primo trimestre i profitti crollano del 55%

Tesla accusa la concorrenza del mercato delle ibride ma convince gli investitori con una roadmap proiettata al futuro.

Share This