Tokyo mette sul piatto altri $4,9 miliardi per TSMC

da | 26 Feb 2024 | Business

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, meglio conosciuta come TSMC, rappresenta una delle realtà più rilevanti nella fabbricazione di semiconduttori a livello mondiale. Nata nel 1987 a Taiwan, l’azienda ha apportato un cambiamento significativo nell’ambito della produzione dei semiconduttori, specializzandosi nell’assemblaggio di chip per conto terzi, che si occupano solamente della progettazione dei circuiti.

Tale strategia permette ad aziende come Nvidia, per fare un esempio, di evitare la gestione e il possesso degli stabilimenti produttivi, notoriamente costosi.

TSMC riveste un ruolo fondamentale nel panorama mondiale dei semiconduttori, fornendo i suoi prodotti a numerose importanti società tecnologiche, quali Apple, AMD e Qualcomm. La sua importanza è andata crescendo in parallelo all’aumento della domanda di semiconduttori e alle sfide poste dalle interruzioni nelle catene di approvvigionamento internazionali, facendo di TSMC un attore preponderante nel mercato.

Ora che ne abbiamo ripercorso il successo, appare più chiaro perché nazioni quali Giappone, Stati Uniti e Germania stiano facendo ponti d’oro a TSMC affinché apra stabilimenti da loro, soprattutto considerando che il futuro Taiwan resta incerto.

Ed è in quest’ottica che il governo giapponese ha annunciato l’intenzione di erogare ulteriori sovvenzioni a TSMC, fino a un massimo di 732 miliardi di yen (circa 4,86 miliardi di dollari), per supportare la costruzione di un secondo stabilimento di semiconduttori. Questa mossa segue l’inaugurazione, sabato, della prima fabbrica giapponese del colosso taiwanese.

“I nuovi chip, più evoluti rispetto a quelli della prima fabbrica, saranno impiegati in ambiti come l’intelligenza artificiale e la guida autonoma. Ciò assicurerà un approvvigionamento costante di semiconduttori nel nostro paese”, ha affermato il Ministro dell’Economia, del Commercio e dell’Industria, Ken Saito, parlando ai giornalisti durante la cerimonia di apertura della fabbrica di Kumamoto, nell’isola di Kyushu, alla presenza del fondatore di TSMC Morris Chang. Il nuovo finanziamento, che si somma ai precedenti investimenti per la prima unità produttiva, porterebbe il totale delle sovvenzioni statali per TSMC a oltre un trilione di yen.

TSMC, che sta espandendo le proprie operazioni anche negli Stati Uniti e in Germania, prevede di avviare la produzione di massa in Giappone entro la fine dell’anno. L’investimento complessivo nell’iniziativa, includendo la seconda fabbrica, supererà i 20 miliardi di dollari, come indicato dall’azienda taiwanese.

Al completamento, la capacità produttiva mensile combinata delle due strutture supererà i 100.000 wafer da 12 pollici, che verranno forniti a imprese tecnologiche e costruttori di auto, tra cui Sony e Toyota Motor. In parallelo, il Giappone sta investendo in un progetto nazionale di chip, Rapidus, che collaborerà con IBM e Imec, un’organizzazione europea di ricerca sui semiconduttori, per produrre chip all’avanguardia sull’isola settentrionale di Hokkaido a partire dal 2027.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Apple torna a essere la regina del mercato

L’IA rende (nuovamente) Apple l’azienda più ricca al mondo

Gli annunci della WWDC 2024 proiettano il valore di Apple oltre quello di Microsoft, fino a raggiungere una capitalizzazione di 3,29 trilioni di dollari.

Dazi e indagini: mano pensate della UE contro i sussidi cinesi

Dazi fino al 38% e indagini: mano pesante della UE contro la Cina

In vista maggiorazioni fino al 38,1% sulle auto elettriche e varie investigazioni per verificare il corretto funzionamento del mercato. Ma la sensazione è che si voglia...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
Nvidia sorpassa Apple in borsa e si avvicina al primato di Microsoft

Nvidia sorpassa Apple e riscrive le gerarchie della Silicon Valley

La valutazione record del produttore di chip sfiora i 3,012 trilioni di dollari, superando Apple e avvicinandosi al primato di Microsoft.

La saudita Prosperity7 Ventures ha investito 400 milioni di dollari nella della startup cinese Zhipu AI

Strappo saudita con gli USA: $400 milioni all’IA cinese di Zhipu

Prosperity7 Ventures, braccio di Saudi Aramco, diventa il primo investitore straniero a sostenere una startup di IA generativa in Cina.

Nvidia rimbalza in borsa grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

NVIDIA: ascesa vertiginosa in borsa grazie gli investimenti nell’IA

Dopo il crollo di settimana scorsa, Nvidia registra un’impennata della capitalizzazione di mercato grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

I fondatori di Perplexity AI, da sinistra a destra: Aravind Srinivas, Denis Yarats e Johnny Ho. Foto: The Wall Street Journal

Perplexity AI supera il miliardo di dollari

La valutazione di Perplexity AI è raddoppiata in soli tre mesi, segnale dell’interesse crescente degli investitori per un’alternativa a Google basata...
Tesla: nel primo trimestre i profitti crollano del 55%

Tesla: nel primo trimestre i profitti crollano del 55%

Tesla accusa la concorrenza del mercato delle ibride ma convince gli investitori con una roadmap proiettata al futuro.

Share This