Le vendite di Tesla preoccupano Wall Street

da | 2 Apr 2024 | Automotive, Business

La diminuzione dell’interesse per i veicoli elettrici e gli alti tassi di interesse, che influenzano negativamente le vendite, paiono stare avvicinando Tesla a un punto critico. Secondo Bloomberg, infatti, le aspettative degli analisti per Tesla si sono abbassate man mano che ci si è avvicinati alla conclusione del trimestre in corso. E per alcuni esperti del settore, Tesla potrebbe andare incontro al primo calo delle vendite dall’inizio della pandemia.

Le stime suggeriscono che Tesla abbia consegnato 449.080 veicoli nel trimestre, il che rappresenterebbe una flessione superiore al 7% rispetto al trimestre precedente, tradizionalmente il più forte dell’anno. L’obiettivo è comunque superare le 422.875 unità consegnate nei primi tre mesi del 2023, evitando così un calo su base annua per la prima volta dal secondo trimestre del 2020.

Le azioni intraprese da Elon Musk nell’ultima settimana di marzo potrebbero non aver giovato alla situazione. A lui si deve una nuova politica che potrebbe rallentare le vendite e che impone che ogni cliente nordamericano faccia un breve test drive per provare il sistema di assistenza alla guida che Tesla dipinge come completamente autonoma.

Per promuovere questa funzionalità, che di norma costa 199 dollari al mese o 12.000 dollari se acquistata in toto, Tesla ha lanciato un’offerta di prova gratuita di un mese. Questa è solo una delle iniziative commerciali intraprese dal produttore per attrarre clienti, che includono anche sconti temporanei di 1.000 dollari e ricariche gratuite fino a diecimila miglia. L’azienda ha inoltre intensificato le campagne pubblicitarie su Google e X, di proprietà di Elon Musk.

Musk aveva già avvisato gli investitori a gennaio che l’azienda si trova in un periodo di transizione tra due fasi di crescita significative. La prima è stata trainata dalla berlina Model 3 e dal SUV Model Y; la seconda dovrebbe essere generata dal prossimo lancio del nuovo veicolo dal prezzo più accessibile, spesso chiamato Model 2, previsto per la fine del prossimo anno.

Con l’introduzione della nuova auto ancora lontana, però, alcuni analisti temono che la previsione di Tesla di un tasso di crescita “notevolmente inferiore” quest’anno possa tradursi in una stagnazione delle vendite già nel primo trimestre. Il mese scorso Deutsche Bank ha ridotto la sua previsione sulle consegne per due volte in poco più di due settimane, e ora si aspetta che l’azienda abbia venduto circa 414.000 veicoli nel primo trimestre, con un calo del 2% rispetto all’anno precedente.

“Le preoccupazioni relative ai volumi e ai profitti potrebbero aggravare ulteriormente il morale degli investitori ed esercitare una pressione considerevole sul valore delle azioni”, ha dichiarato Emmanuel Rosner di Deutsche Bank in un report del 28 marzo. Le azioni di Tesla hanno già registrato una flessione del 29% da inizio anno, risultando le più penalizzate nell’indice S&P 500.

Nel corso di questo trimestre l’azienda ha peraltro affrontato diversi ostacoli, inclusi i ripetuti fermi della sua fabbrica vicino a Berlino. Ha anche dovuto riconvertire la sua fabbrica in California per la produzione di una versione migliorata della Model 3, il che ha inciso sulla velocità di produzione.

In Cina, poi, Tesla fatica a competere con BYD, che si è affermata come la maggiore produttrice di veicoli elettrici al mondo alla fine dello scorso anno. Lo scorso mese, l’azienda ha ridotto la produzione presso il suo stabilimento di Shanghai, passando da un regime lavorativo di 6 giorni e mezzo alla settimana a soli 5 giorni lavorativi, secondo fonti vicine alla situazione intervistate da Bloomberg News.

POTREBBE INTERESSARTI

Il produttore di chip TSMC vola in borsa

La valutazione di TSMC vola alle stelle trascinata di Nvidia

TSMC si sta avvicinando alla valutazione di mille miliardi di dollari a Wall Street trascinata da Nvdia e dall’esplosione dell’IA.

Un cruscotto di un'auto con CarPlay

Apple ripensa CarPlay per vincere le resistenze dei produttori d’auto

Apple sta lavorando sulla prossima generazione di CarPlay, un sistema progettato per unificare le interfacce su ogni schermo dell’auto.

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

Le assicurazioni monitorano segretamente la nostra guida?

L’industria assicurativa, sempre alla ricerca di nuove informazioni su come guidiamo, negli Stati Uniti ha trovato alleati preziosi nei produttori di automobili e...
Il pacchetto retributivo da 56 miliardi di dollari di Elon Musk è stato riapprovato. Foto: Apu Gomes/Getty Images

Gli azionisti di Tesla approvano il bonus da $56 miliardi di Elon Musk

Ieri gli azionisti di Tesla hanno riapprovato il pacchetto retributivo di Elon Musk, che lo renderà il dirigente più pagato della storia. Telenovela finita, dunque? In...
Apple torna a essere la regina del mercato

L’IA rende (nuovamente) Apple l’azienda più ricca al mondo

Gli annunci della WWDC 2024 proiettano il valore di Apple oltre quello di Microsoft, fino a raggiungere una capitalizzazione di 3,29 trilioni di dollari.

Dazi e indagini: mano pensate della UE contro i sussidi cinesi

Dazi fino al 38% e indagini: mano pesante della UE contro la Cina

In vista maggiorazioni fino al 38,1% sulle auto elettriche e varie investigazioni per verificare il corretto funzionamento del mercato. Ma la sensazione è che si voglia...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
Nvidia sorpassa Apple in borsa e si avvicina al primato di Microsoft

Nvidia sorpassa Apple e riscrive le gerarchie della Silicon Valley

La valutazione record del produttore di chip sfiora i 3,012 trilioni di dollari, superando Apple e avvicinandosi al primato di Microsoft.

Share This