Starshield: prevedibilmente, Cina e Russia non l’hanna presa bene

da | 21 Mar 2024 | Aerospace

Come scrivevamo pochi giorni fa, SpaceX di Elon Musk è stata incaricata di costruire Starshield, una vasta rete di satelliti spia per una non meglio identificata agenzia di intelligence statunitense, in base a un contratto classificato del valore di 1,8 miliardi di dollari firmato nel 2021 con l’Ufficio Nazionale di Ricognizione (NRO).

Questo progetto mira a migliorare notevolmente le capacità di sorveglianza del governo degli Stati Uniti, permettendo l’identificazione rapida di bersagli in quasi tutte le parti del mondo. E segnala anche il rafforzamento della collaborazione tra SpaceX e le agenzie di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, nonostante le polemiche sorte dall’uso dei satelliti Starlink nel conflitto ucraino.

La realizzazione di questa costellazione di satelliti spia, della quale si occuperà l’unità Starshield, facente parte di SpaceX, sta però alzando la tensione con nazioni storicamente rivali, quali Cina e Russia. Che, prevedibilmente, non l’hanno presa bene.

Cominciamo dalla Cina, i cui media militari e statali hanno accusato gli Stati Uniti di minacciare la sicurezza globale. Un account sui social media gestito dall’Esercito di Liberazione del Popolo (PLA) ha dichiarato infatti che Starshield manifesta “l’impudenza e i doppi standard” degli Stati Uniti.

Junzhengping, un account gestito dal PLA che conta 1,1 milioni di follower, ha invece postato su Weibo: “Sollecitiamo le compagnie statunitensi a non aiutare un cattivo a compiere azioni malvagie“. Tutti i paesi in tutto il mondo dovrebbero essere vigili e proteggersi da nuove e ancor più grandi minacce alla sicurezza create dal governo statunitense”.

Wang Yanan, caporedattore di Aerospace Knowledge, una rivista sorvegliata dal Partito Comunista al governo, ha poi rincarato affermando in un’intervista che il progetto Starshield rappresenta “una sfida per la sicurezza e la stabilità globale”.

“Il sistema di intelligence schierato su paesi o regioni d’interesse statunitense, inevitabilmente farà sì che alcune questioni calde diventino ancora più sensibili, se non essere soggette a un’escalation”, ha invece dichiarato Wang a The Global Times.

Anche la Russia non ha reagito bene ma, come nel suo stile, la risposta è stata più muscolare. “Siamo a conoscenza degli sforzi di Washington di attrarre il settore privato a servire le sue ambizioni militari spaziali”, ha dichiarato ai reporter la portavoce del Ministero degli Esteri Maria, Zakharova.

Tali sistemi diventeranno obiettivi legittimi per misure ritorsive, incluse azioni di natura militare“, ha quindi concluso.

POTREBBE INTERESSARTI

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

Blue Origin si unisce a SpaceX e ULA nei contratti per lanci militari della Space Force

Blue Origin gareggerà con SpaceX e ULA per i lanci di Space Force

Dopo anni di lobbying, proteste e proposte, la compagnia spaziale di Jeff Bezos, Blue Origin, è ora un appaltatore di lanci militari.

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS (e si scusa)

“Controllate di nuovo il suo polso”: il pubblico in ansia dopo un audio diffuso accidentalmente.

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno!

SpaceX espanderà la Starbase in Texas. L’obiettivo è la produzione di massa di Starship Version 2.

L'ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

L’ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

Non è stato perfetto ma i passi in avanti compiuti da SpaceX sono evidenti.

Il Boeing Starliner è finalmente in orbita

Boeing Starliner finalmente in orbita, ma emergono perdite di elio

Dopo anni di ritardi, la missione di prova dello Starliner è decollata ieri dalla Florida. Ma non è esattamente un successo.

Il bombardiere nucleare stealth B-21 si mostra in volo. Foto: US Air Force

Ecco le prime foto del bombardiere nucleare stealth B-21 in volo

Dopo oltre tre decenni di sviluppo, il successore dei bombardieri B-1 e B-2 si mostra in aria. Ogni esemplare ha un costo stimato di circa 700 milioni di dollari.

ExoMars 2028: l'ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

ExoMars 2028: l’ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

Il rover europeo della missione ExoMars 2028 sarà il primo a utilizzare un riscaldatore a radioisotopi di americio-241, che gli permetterà di operare anche alle...
Ed Dwight, ex capitano dell'Aeronautica militare selezionato nel 1961 come primo candidato astronauta nero. Ha volato con Blue Origin.

Blue Origin riprende i lanci con passeggeri privati

Il New Shepard di Blue Origin riprende i voli turistici dopo un anno di indagini. A bordo Ed Dwight, selezionato nel 1961 come primo candidato astronauta di...
SuperLimbs è sviluppato dal MIT

SuperLimbs è la tecnologia che aiuterà gli astronauti a rialzarsi

Gli ingegneri del MIT sviluppano SuperLimbs, per risolvere il problema delle cadute e migliorare la produttività degli astronauti sulla Luna.

Share This