SpaceX invia in orbita satelliti militari per monitorare i missili ipersonici

da | 19 Feb 2024 | Aerospace

SpaceX ha recentemente lanciato con successo una serie di satelliti militari progettati per monitorare missili ipersonici. Il lancio è avvenuto mercoledì dalla Space Coast della Florida, utilizzando il razzo Falcon 9. A bordo c’erano due satelliti sperimentali della Missile Defense Agency (MDA) e quattro satelliti per la tracciatura di missili destinati alla Space Force statunitense.

Questi nuovi satelliti rappresentano un’evoluzione nella tecnologia di difesa, sviluppata per rilevare minacce ipersoniche provenienti da nazioni come Cina e Russia, e potenzialmente anche dall’Iran e dalla Corea del Nord, che stanno sviluppando armamenti simili. I missili ipersonici, noti per essere più piccoli e agili dei tradizionali missili balistici, presentano una sfida particolare poiché i sistemi di difesa missilistica esistenti faticano a rilevarli al lancio.

La Space Development Agency (SDA) ha giocato un ruolo chiave nello sviluppo di questa nuova generazione di satelliti. Negli ultimi anni, l’agenzia ha lanciato 27 prototipi, facendo da apripista per una vasta costellazione di dispositivi che stazionano nell’orbita terrestre bassa. Questa rete di satelliti, conosciuta come Proliferated Warfighter Space Architecture (PWSA), avrà il compito di monitorare i missili e fornire dati cruciali sui loro percorsi di volo.

La tecnologia alla base di questa iniziativa include collegamenti radio tattici, comunicazioni laser intersatellitari e sensori a infrarossi a vista larga. La SDA, ora parte della United States Space Force, prevede lanci successivi di satelliti che integreranno nuove tecnologie, puntando su veicoli spaziali e sensori commercialmente disponibili.

Questo approccio rende il sistema più resistente agli attacchi rispetto ai tradizionali satelliti spaziali militari. Che spesso costano centinaia di milioni, se non miliardi di dollari l’uno, sono in minor numero e potrebbero sembrare un facile bersaglio per un avversario determinato a infliggere danni. Meglio quindi optare per un maggior numero di satelliti, dal costo più basso.

Il lancio di mercoledì ha visto anche la partecipazione dell’MDA con due satelliti Hypersonic and Ballistic Tracking Space Sensor (HBTSS), che si concentreranno su un monitoraggio più dettagliato e sensibile dei missili. Questi satelliti, dal valore di oltre 300 milioni di dollari, parteciperanno a esercitazioni militari congiunte, dove collaboreranno con i satelliti SDA per fornire dati accurati.

Con questa iniziativa, la SDA assume un ruolo centrale nel rendere operativa questa tecnologia, mentre l’MDA si focalizzerà sullo sviluppo di sensori di nuova generazione. Il coordinamento tra i satelliti SDA e quelli HBTSS offrirà una copertura e capacità di tracciamento missilistico senza precedenti, essenziale per contrastare le crescenti minacce ipersoniche.

POTREBBE INTERESSARTI

NASA rinvia il ritorno dello Starliner sulla Terra

NASA rinvia il ritorno dello Starliner sulla Terra

I dubbi sulla sicurezza dei motori dello Starliner bloccano gli astronauti sulla ISS fino a data da destinarsi. Ma il veicolo è certificato per una permanenza massima...
Starlink Mini porta l'internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini porta l’internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini pesa un chilo e mezzo di peso, è grande come un laptop, offre velocità superiori ai 100 Mbps e consuma meno dei terminali precedenti.

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

Blue Origin si unisce a SpaceX e ULA nei contratti per lanci militari della Space Force

Blue Origin gareggerà con SpaceX e ULA per i lanci di Space Force

Dopo anni di lobbying, proteste e proposte, la compagnia spaziale di Jeff Bezos, Blue Origin, è ora un appaltatore di lanci militari.

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS

NASA manda in onda una falsa emergenza sulla ISS (e si scusa)

“Controllate di nuovo il suo polso”: il pubblico in ansia dopo un audio diffuso accidentalmente.

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno

SpaceX espande la Starfactory per costruire una Starship al giorno!

SpaceX espanderà la Starbase in Texas. L’obiettivo è la produzione di massa di Starship Version 2.

L'ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

L’ultimo lancio di Starship di SpaceX è stato un successo

Non è stato perfetto ma i passi in avanti compiuti da SpaceX sono evidenti.

Il Boeing Starliner è finalmente in orbita

Boeing Starliner finalmente in orbita, ma emergono perdite di elio

Dopo anni di ritardi, la missione di prova dello Starliner è decollata ieri dalla Florida. Ma non è esattamente un successo.

Il bombardiere nucleare stealth B-21 si mostra in volo. Foto: US Air Force

Ecco le prime foto del bombardiere nucleare stealth B-21 in volo

Dopo oltre tre decenni di sviluppo, il successore dei bombardieri B-1 e B-2 si mostra in aria. Ogni esemplare ha un costo stimato di circa 700 milioni di dollari.

ExoMars 2028: l'ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

ExoMars 2028: l’ESA sfrutterà una rivoluzionaria tecnologia nucleare

Il rover europeo della missione ExoMars 2028 sarà il primo a utilizzare un riscaldatore a radioisotopi di americio-241, che gli permetterà di operare anche alle...
Share This