Microsoft: $1,5 miliardi in G42 per rafforzare la presenza nel Golfo

da | 16 Apr 2024 | Business

In un periodo di crescente tensione geopolitica, Microsoft ha annunciato un investimento da 1,5 miliardi di dollari in G42, holding di intelligenza artificiale con sede ad Abu Dhabi, segnando un passo significativo nella strategia di espansione globale del colosso tecnologico. L’investimento non solo rafforza la posizione di Microsoft nella regione del Golfo ma introduce anche Brad Smith, vicepresidente e presidente di Microsoft, nel Consiglio di amministrazione di G42.

Questo accordo supera i confini di una semplice collaborazione commerciale, fungendo da ponte strategico tra gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti nel contesto della crescente rivalità tecnologica con la Cina. La partnership arriva in un momento delicato, considerando le preoccupazioni espresse dal comitato ristretto della Camera bipartisan del Partito Comunista Cinese negli USA, che ha sollevato dubbi sui legami tra G42 e la Cina.

Il Comitato speciale degli Stati Uniti ha rilevato che G42 mantiene rapporti con entità quali Huawei, il gigante della biotecnologia Beijing Genomics Institute (BGI) e il colosso della tecnologia Tencent. Il Comitato ha altresì sottolineato il passato professionale di Peng Xiao, CEO di G42, che ha precedentemente occupato un ruolo chiave in una filiale di DarkMatter, azienda nota per lo sviluppo di spyware e strumenti di sorveglianza impiegabili per monitorare dissidenti, giornalisti, politici e organizzazioni statunitensi. Per queste ragioni ha suggerito addirittura di inserire la società nella lista delle entità soggette a restrizioni commerciali, un destino già condiviso da aziende come Huawei.

L’accordo con Microsoft non solo evidenzia la centralità degli Emirati nella scena tecnologica globale ma sottolinea anche il loro crescente disallineamento con la politica estera di Washington, avvicinandosi contemporaneamente a potenze come la Cina e la Russia. Questa duplice inclinazione è testimoniata dall’aumento delle interazioni militari e commerciali con la Cina, nonché dalla partecipazione a forum economici in Russia, nonostante le tensioni internazionali legate al conflitto in Ucraina.

La partnership tra Microsoft e G42 non si limita agli aspetti commerciali e tecnologici ma prevede anche iniziative di ampia portata, come il lancio di un fondo da 1 miliardo di dollari dedicato allo sviluppo delle competenze in intelligenza artificiale nella regione. In cambio, Microsoft otterrà un accesso senza precedenti al mercato della regione del Golfo, espandendo significativamente la propria presenza in settori chiave come servizi finanziari, sanità, energia, governo e istruzione.

L’interazione tra le grandi potenze nel settore tecnologico dimostra che le aziende, così come i governi, si trovano a dover fare scelte sempre più complesse, trovandosi spesso costrette a posizionarsi in un contesto di competizione globale che va oltre i semplici accordi commerciali.

Gli Emirati Arabi Uniti, tradizionalmente un crocevia di culture e commerci, si trovano così al centro di un gioco di potere che influenzerà inevitabilmente la loro strategia tecnologica e politica futura.

POTREBBE INTERESSARTI

Il produttore di chip TSMC vola in borsa

La valutazione di TSMC vola alle stelle trascinata di Nvidia

TSMC si sta avvicinando alla valutazione di mille miliardi di dollari a Wall Street trascinata da Nvdia e dall’esplosione dell’IA.

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

Ai giovani piace l'idea di affidarsi all'IA per gestire il proprio denaro

Giovani e IA: è una nuova era per la gestione finanziaria?

A Generazione Z e Millennials piace l’idea di affidarsi all’IA per gestire il proprio denaro. Scettici invece Generazione X e i Baby Boomers.

Apple torna a essere la regina del mercato

L’IA rende (nuovamente) Apple l’azienda più ricca al mondo

Gli annunci della WWDC 2024 proiettano il valore di Apple oltre quello di Microsoft, fino a raggiungere una capitalizzazione di 3,29 trilioni di dollari.

Dazi e indagini: mano pensate della UE contro i sussidi cinesi

Dazi fino al 38% e indagini: mano pesante della UE contro la Cina

In vista maggiorazioni fino al 38,1% sulle auto elettriche e varie investigazioni per verificare il corretto funzionamento del mercato. Ma la sensazione è che si voglia...
Elon Musk minaccia di lasciare Tesla

Elon Musk potrebbe lasciare Tesla senza il pacchetto retributivo da $56 miliardi

Il presidente del Consiglio di amministrazione, Robyn Denholm, avverte gli azionisti dell’importanza di mantenere l’impegno con Elon Musk, insistendo che...
Nvidia sorpassa Apple in borsa e si avvicina al primato di Microsoft

Nvidia sorpassa Apple e riscrive le gerarchie della Silicon Valley

La valutazione record del produttore di chip sfiora i 3,012 trilioni di dollari, superando Apple e avvicinandosi al primato di Microsoft.

La saudita Prosperity7 Ventures ha investito 400 milioni di dollari nella della startup cinese Zhipu AI

Strappo saudita con gli USA: $400 milioni all’IA cinese di Zhipu

Prosperity7 Ventures, braccio di Saudi Aramco, diventa il primo investitore straniero a sostenere una startup di IA generativa in Cina.

Nvidia rimbalza in borsa grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

NVIDIA: ascesa vertiginosa in borsa grazie gli investimenti nell’IA

Dopo il crollo di settimana scorsa, Nvidia registra un’impennata della capitalizzazione di mercato grazie agli investimenti in IA dei Big Tech.

I fondatori di Perplexity AI, da sinistra a destra: Aravind Srinivas, Denis Yarats e Johnny Ho. Foto: The Wall Street Journal

Perplexity AI supera il miliardo di dollari

La valutazione di Perplexity AI è raddoppiata in soli tre mesi, segnale dell’interesse crescente degli investitori per un’alternativa a Google basata...
Share This