Il Vision Pro di Apple avrebbe già venduto tra i 160 e i 180mila pezzi

da | 31 Gen 2024 | Tech

Il Vision Pro di Apple rappresenta un’audace incursione del colosso di Cupertino nei settori della realtà aumentata (AR) e virtuale (VR). Il visore si distingue per le sue caratteristiche tecniche di punta e il design sofisticato, che però si traducono in un prezzo di 3499 dollari. Davvero tanti, al punto che c’è chi si domanda se non siano troppi.

È per questa ragione che qualsiasi indicatore dell’andamento del Vision Pro viene accuratamente studiato dagli analisti. Ed è in tal senso che riportiamo le opinioni di Ming-Chi Kuo di TF International Securities, un gruppo di servizi finanziari operante nella regione Asia-Pacifico. Nella sua veste di analista, Ming-Chi Kuo raccoglie informazioni dai suoi contatti nella catena di approvvigionamento asiatica di Apple, traducendole in previsioni per i suoi clienti. Le quali, sebbene non siano sempre corrette (d’altronde nessuno ha la sfera di cristallo), sono mediamente abbastanza accurate da renderlo una fonti più affidabile.

Kuo, che ha precedentemente lavorato per KGI Securities, Concord Securities e DigiTimes, in un recente post su Medium ha dichiarato che Apple ha già venduto un numero stimato tra 160.000 e 180.000 unità di Vision Pro durante il periodo di preordine. I tempi di spedizione per tutti i modelli si sarebbero poi allungati di cinque-sette settimane.

Sebbene l’esaurimento immediato e i tempi di spedizione prolungati sembrino a prima vista positivi, Kuo ha avvertito che le date di spedizione sono rimaste invariate 48 ore dopo l’apertura dei preordini, indicando che la domanda potrebbe rapidamente calare dopo che gli early adopter avranno effettuato i loro acquisti.

Per avere un termine di paragone, i nuovi modelli di iPhone si esauriscono in modo simile poco dopo l’apertura dei preordini ma nei giorni successivi vedono un aumento costante delle date di spedizione, perché la domanda è continua.  I visori Vision Pro disponibili per la consegna a domicilio, il giorno del lancio si sono esauriti entro poche ore dall’avvio dei preordini; le opzioni di ritiro in negozio sono seguite poco dopo, quindi non sorprende che l’interesse per il visore abbia iniziato a diminuire leggermente dopo l’iniziale ondata di ordini. Alla luce di questi risultati, Kuo ritiene che spedire 500.000 unità di Vision Pro quest’anno “non dovrebbe essere difficile” per Apple.

Kuo ha però avvertito che la domanda per il Vision Pro potrebbe calare rapidamente a causa del mercato di nicchia del dispositivo. Il visore, lo ricordavamo in apertura, venduto a $3499, il che lo pone fuori dalla portata di molti consumatori. Alcune voci suggeriscono che Apple sia preparata a un numero limitato di vendite, a causa sia dell’alto prezzo del Vision Pro, sia delle difficoltà nella sua produzione.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Google investe nel geotermico di Warren Buffet

Google investe nel geotermico di Buffet per il datacenter del Nevada

L’accordo con NV Energy e Fervo Energy fornirà 115 megawatt di energia geotermica ai data center di Google nel Nevada

Brad Smith, presidente di Microsoft

Microsoft al Congresso: “responsabili per gli attacchi di Cina e Russia”

Brad Smith, presidente di Microsoft: “Ogni problema riscontrato è colpa nostra”.

Elon Musk ha ritirato la causa contro OpenAI
,

Elon Musk ritira la causa contro OpenAI

Tanto tuonò che… non piovve.

Aerei solari, la nuova frontiera della sorveglianza e delle telecomunicazioni

Aerei solari, la nuova frontiera di sorveglianza e telecomunicazioni

Sono leggerissimi, consumano come un asciugacapelli, possono restare in volo per lunghissimo tempo e offrono servizi migliori rispetto a palloni sonda e satelliti. Ecco...
Elon Musk minaccia il divieto di accesso ai dispositivi Apple con OpenAI

Elon Musk minaccia il divieto ai dispositivi Apple con OpenAI nei suoi stabilimenti

L’imprenditore critica duramente la scelta di Apple di collaborare con OpenAI, sollevando preoccupazioni su privacy e sicurezza.

Apple punta forte sull'IA con Apple Intelligence
,

Apple Intelligence: ecco le nuove funzionalità IA per iPhone e Mac

Siri Conversazionale, Genmoji e l’accesso a GPT-4o. Il colosso di Cupertino prova a rilanciarsi nella corsa all’intelligenza artificiale con Apple...
Share This