Furto d’identità: secondo l’FBI nel 2023 truffe per $1,3 miliardi

da | 15 Mar 2024 | Tech

Da fonti dell’FBI, nel 2023 gli americani hanno perso circa 1,3 miliardi di dollari a causa di truffatori che hanno finto di agire per conto del Governo o di assistenze tecniche di banche e assicurazioni. I profitti da record derivanti dal furto d’identità spingono i malviventi a moltiplicare e a variare i loro schemi, così da aumentare ancora di più i guadagni.

Gli attaccanti si fingono funzionari governativi, agenti dell’assistenza tecnica o rappresentanti del servizio clienti (generalmente di banche o altri servizi finanziari) per indurre le persone a inviare i loro dati sensibili o direttamente denaro. Durante la telefonata, oltre a identificarsi come sopra descritto, elaborano storie false ma verosimili per convincere i truffati a condividere con loro i propri dati.

Per esempio, un truffatore potrebbe chiamare per dire che qualcuno perderà i benefici di Medicare (un programma di assicurazione sanitaria americano) se non paga una nuova tassa. Oppure potrebbe affermare che sul computer c’è un virus che richiede l’acquisto di uno strumento speciale.

Dal rapporto annuale dell’FBI sulla criminalità su Internet, emerge che le perdite degli adulti statunitensi dovute a truffe di questa tipologia sono cresciute di oltre sette volte dal 2019, come si evince dal grafico sottostante.

Nel 2019 l’FBI ha ricevuto 27.506 denunce di truffe in cui i malviventi si sono spacciati per rappresentanti del governo o di assistenze tecniche, con perdite per 178,3 milioni di dollari.

Negli ultimi 4 anni le segnalazioni sono quasi raddoppiate e la stima per il 2023 ammonta a più di 1,3 miliardi di dollari, frutto di 51.750 segnalazioni. Le sole segnalazioni di truffe con falsi tecnici sono circa triplicate, passando dalle 13.633 del 2019 a 37.560 del 2023. Secondo il rapporto dell’FBI, gli over 60 rappresentano più della metà delle perdite economiche dovute a truffe nel 2023.

Questi numeri si basano solo sui casi denunciati dalle vittime all’Internet Crime Complaint Center dell’FBI. Molte vittime però non chiamano la polizia dopo una truffa o un attacco informatico, per la vergogna di essere cadute in uno stratagemma o per paura di ritorsioni.

Le truffe per imitazione sono diventate più facili grazie alla crescente disponibilità di strumenti di intelligenza artificiale generativa e alla popolarità del lavoro a distanza. Secondo McAfee, nota casa produttrice di strumenti di sicurezza informatici, i truffatori possono ora replicare la voce di qualcuno acquisendo una clip vocale di soli tre secondi.

Secondo l’azienda di sicurezza informatica Sophos e la Federal Trade Commission (molto simile alla nostra Federconsumatori), molte truffe di assistenza tecnica iniziano sul web con un pop-up pubblicitario (una piccola schermata aggiuntiva che ci appare durante la navigazione). Ma non sono solo gli anziani a cadere vittima di queste truffe: secondo l’FBI, solo il 40% delle persone truffate ha dichiarato di avere più di 60 anni.

POTREBBE INTERESSARTI

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell'intelligenza artificiale, settore in cui è leader grazie ai suoi processori di fascia alta, Nvidia ha infranto un nuovo...
I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

di Apple Intelligence vedrà la collaborazione tra Apple e OpenAI.
,

Apple Intelligence: come funzionerà l’accordo con OpenAI?

Superato l’annuncio della WWDC 2024, restano aperti molti interrogativi non solo sul presente ma anche sul futuro di Apple Intelligence. Ecco quali…

Google investe nel geotermico di Warren Buffet

Google investe nel geotermico di Buffet per il datacenter del Nevada

L’accordo con NV Energy e Fervo Energy fornirà 115 megawatt di energia geotermica ai data center di Google nel Nevada

Brad Smith, presidente di Microsoft

Microsoft al Congresso: “responsabili per gli attacchi di Cina e Russia”

Brad Smith, presidente di Microsoft: “Ogni problema riscontrato è colpa nostra”.

Elon Musk ha ritirato la causa contro OpenAI
,

Elon Musk ritira la causa contro OpenAI

Tanto tuonò che… non piovve.

Aerei solari, la nuova frontiera della sorveglianza e delle telecomunicazioni

Aerei solari, la nuova frontiera di sorveglianza e telecomunicazioni

Sono leggerissimi, consumano come un asciugacapelli, possono restare in volo per lunghissimo tempo e offrono servizi migliori rispetto a palloni sonda e satelliti. Ecco...
Elon Musk minaccia il divieto di accesso ai dispositivi Apple con OpenAI

Elon Musk minaccia il divieto ai dispositivi Apple con OpenAI nei suoi stabilimenti

L’imprenditore critica duramente la scelta di Apple di collaborare con OpenAI, sollevando preoccupazioni su privacy e sicurezza.

Apple punta forte sull'IA con Apple Intelligence
,

Apple Intelligence: ecco le nuove funzionalità IA per iPhone e Mac

Siri Conversazionale, Genmoji e l’accesso a GPT-4o. Il colosso di Cupertino prova a rilanciarsi nella corsa all’intelligenza artificiale con Apple...
Share This