Digital Markets Act: l’Europa “spaventa” Turismo e Commercio

da | 27 Mag 2024 | Tech

Il Digital Markets Act (DMA) è una normativa dell’Unione Europea concepita per regolare l’attività delle grandi piattaforme digitali e promuovere una maggiore concorrenza nel mercato digitale.

L’obiettivo principale del DMA è quello di garantire che i mercati digitali rimangano equi e aperti, prevenendo comportamenti anticoncorrenziali da parte dei cosiddett “gatekeeper” o “guardiani”, ossia le principali piattaforme tecnologiche che controllano l’accesso a un gran numero di utenti e servizi.

In sostanza, il Digital Markets Act rappresenta un tentativo dell’UE di mantenere un equilibrio competitivo nel settore digitale, impedendo ai giganti della tecnologia di abusare della loro posizione dominante per ostacolare la concorrenza e limitare l’innovazione.

Sulla carta è tutto buono e giusto ma, come insegna Inception, il film capolavoro di Christopher Nolan, non c’è nulla di più potente al mondo di un’idea. E l’idea in questione è quella di Google, che in un suo blog post di marzo ha dichiarato che le modifiche ai risultati di ricerca proposte dal DMA favoriranno proprio i grandi intermediari e gli aggregatori, penalizzando hotel, compagnie aeree, commercianti e ristoranti.

Manco a farlo apposta, sono esattamente le stesse categorie hanno appena scritto preoccupate una lettera congiunta al commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestager e al commissario per il mercato interno Thierry Breton.

I protagonisti dell’iniziativa, per la precisione, sono il gruppo Airlines for Europe, che include tra i suoi membri Air France KLM e il proprietario di British Airways, IAG, l’associazione alberghiera Hotrec, il Forum Europeo degli Hotel, EuroCommerce, Ecommerce Europe e Independent Retail Europe.

Tutti hanno espresso preoccupazioni sull’entrata in vigore del Digital Markets Act, temendo che gli aggiustamenti proposti dal DMA danneggino i loro profitti: “Le nostre industrie sono profondamente preoccupate che le soluzioni e i requisiti attualmente in fase di valutazione per l’attuazione del Digital Markets Act possano aumentare ulteriormente la discriminazione”.

“Le prime osservazioni indicano che questi cambiamenti rischiano di ridurre gravemente i ricavi delle vendite dirette delle aziende, favorendo maggiormente i potenti intermediari online grazie al trattamento preferenziale che riceverebbero”, hanno poi aggiunto.

Insomma, le associazioni di settore temono esattamente quanto paventato da Google qualche settimana fa. Ma chi ha ragione?

Impossibile saperlo al momento, anche perché la Commissione, che sta attualmente indagando su Google per possibili violazioni del DMA, non ha risposto a una richiesta di commento da parte di Reuters, cui dobbiamo questa notizia.

Anche Google non ha rilasciato commenti ma la sensazione è che abbia già detto quello che aveva da dire. In assenza di un cenno di vita da parte della Vestager e di Thierry Breton, non resterà che far parlare i fatti.

POTREBBE INTERESSARTI

ByteDance e Broadcom avviano una collaborazione strategica per l'IA
,

ByteDance e Broadcom: al via una collaborazione per l’IA

L’azienda americana produrrà un chip da 5nm per la casa madre di TikTok, che lo scorso anno avrebbe già investito 2 miliardi di dollari in chip Nvidia.

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell'UE
,

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell’UE

Il gigante tecnologico indica il Digital Markets Act come la causa di questa decisione.

Netflix scommette sui negozi fisici con le "Netflix Houses"

Netflix scommette sui negozi fisici con le “Netflix Houses”

Dopo Amazon con Whole Foods, un nuovo ritorno al passato di un gigante tech.

Dell, il ritorno in ufficio fallisce

Dell: il ritorno in ufficio fallisce, il 50% dei dipendenti rimane remoto

Dell impone restrizioni sulle promozioni per chi sceglie di lavorare da casa. Ma molti lavoratori preferiscono rimanere in remoto per i benefici personali.

Ecco PillBot, la pillola robotica che rivoluzionerà la gastroenterologia

Ecco PillBot, la pillola robotica che rivoluzionerà la gastroenterologia

Fondata nel 2019, Endiatx lavora per realizzare l’idea di robot miniaturizzati che navigano nel corpo umano per scopi diagnostici e terapeutici. Oggi vi parliamo...
Starlink Mini porta l'internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini porta l’internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini pesa un chilo e mezzo di peso, è grande come un laptop, offre velocità superiori ai 100 Mbps e consuma meno dei terminali precedenti.

L’antivirus Kaspersky sarà vietato negli USA

L’antivirus Kaspersky sarà vietato negli USA per via dei legami col governo russo

L’antivirus Kaspersky sarà vietato a partire da giovedì negli USA da Biden per via dei legami troppo stretti col governo russo.

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano
,

Tesla rivela che due robot Optimus già lavorano… autonomamente

I robot Optimus di Tesla starebbero già lavorando in fabbrica senza intervento umano. Saranno in vendita dal prossimo anno.

Share This