Demis Hassabis: Google pronta a investire $100 miliardi nell’IA

da | 17 Apr 2024 | IA

Il CEO di DeepMind, Demis Hassabis, ha rivelato che Google prevede di investire oltre 100 miliardi di dollari nello sviluppo dell’intelligenza artificiale. Questa dichiarazione, rilasciata durante una conferenza TED a Vancouver, conferma l’intensificarsi della corsa agli investimenti nel settore, che vede protagonisti i giganti della Silicon Valley.

Hassabis non ha fornito dettagli specifici sulle cifre ma ha sottolineato l’impegno dell’azienda a superare gli investimenti previsti per il supercomputer “Stargate”, un progetto da 100 miliardi di dollari che vedrebbe coinvolte Microsoft e OpenAI.

Il dirigente di Google ha anche evidenziato che Alphabet, la holding di cui Google fa parte, dispone di una potenza di calcolo superiore rispetto ai rivali, inclusa Microsoft (il che potrebbe spiegare la mossa di metà marzo).

Dopo aver fondato DeepMind nel 2010, Hassabis ha venduto la sua azienda a Google nel 2014. Una scelta, afferma, motivata dalla necessità di avere accesso a risorse computazionali significative per sviluppare l’AGI, ossia la tanto agognata (ma anche temuta) intelligenza generale artificiale, capace di superare le prestazioni umane in vari compiti.

In conclusione, Hassabis ha commentato l’entusiasmo del pubblico per sistemi di IA come ChatGPT di OpenAI, interpretando l’interesse crescente come un segnale della disponibilità della società ad adottare queste tecnologie, nonostante le imperfezioni e la tendenza agli errori dei sistemi attuali.

POTREBBE INTERESSARTI

ByteDance e Broadcom avviano una collaborazione strategica per l'IA
,

ByteDance e Broadcom: al via una collaborazione per l’IA

L’azienda americana produrrà un chip da 5nm per la casa madre di TikTok, che lo scorso anno avrebbe già investito 2 miliardi di dollari in chip Nvidia.

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell'UE
,

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell’UE

Il gigante tecnologico indica il Digital Markets Act come la causa di questa decisione.

TikTok prova a rivoluzionare l'ADV ma inciampa clamorosamente

TikTok prova a rivoluzionare l’ADV ma inciampa clamorosamente

I Symphony Digital Avatars, il nuovo strumento di TikTok per la creazione di contenuti generati dall’IA, finiscono nel mirino dopo che una falla ha consentito la...
Ecco come di comporta Claude 3.5 Sonnet rispetto agli altri modelli.

Più veloce e intelligente: ecco Claude 3.5 Sonnet

Claude 3.5 Sonnet è il modello più avanzato di Anthropic, e promette prestazioni superiori a GPT-4 e Gemini

Il produttore di chip TSMC vola in borsa

La valutazione di TSMC vola alle stelle trascinata di Nvidia

TSMC si sta avvicinando alla valutazione di mille miliardi di dollari a Wall Street trascinata da Nvdia e dall’esplosione dell’IA.

L'IA non è in grado di prendere ordini da McDonald's

McDonald’s: l’IA non è ancora in grado di prendere gli ordini al drive-in

McDonald’s, la famosa catena di fast food, negli Stati Uniti ha deciso di disabilitare un sistema basato sull’intelligenza artificiale utilizzato nei...
Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

Il segretario della NATO Jens Stoltenberg

La NATO investe mille miliardi di euro in IA, robot e spazio

La NATO investe mille miliardi di euro in 4 aziende specializzate in tecnologia per lo sviluppo di IA, robotica e ingegneria spaziale.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Sam Altman potrebbe trasformare OpenAI in una società benefit foto: Joel Saget/AFP/Getty Images

OpenAI potrebbe diventare una società benefit (e perseguire il profitto)

OpenAI, per competete al meglio contro Anthropic e xAI, potrebbe cessare di essere una no-profit. E c’è già chi come passo successivo s’immagina...
Share This