Apple nega la violazione dell’ordinanza del tribunale nella causa di Epic

da | 14 Apr 2024 | Tech

Se c’è una cosa di cui siamo sicuri, è che l’ordine degli avvocati americano deve avere un busto di Tim Sweeny ben esposto all’ingresso dei suoi uffici. Dalle cariche a testa bassa del patron di Epic Games contro i mulini a vento di Apple e Google, è infatti scaturita una serie così nutrita di azioni legali da farci più volte domandare se non fosse il caso di creare una sezione Legal in questo sito.

Un giorno decideremo il da farsi ma, in attesa di quel momento, non ci resta che riportare che venerdì scorso Apple ha negato di aver violato un’ordinanza del tribunale che regola il suo App Store e ha esortato un giudice federale della California a respingere la richiesta dello sviluppatore di Fortnite, Epic Games, di ritenere l’azienda in violazione dell’ordine.

Durante la presentazione delle sue argomentazioni al giudice distrettuale Yvonne Gonzalez Rogers di Oakland, che aveva già gestito il processo del 2020 in cui Epic aveva accusato Apple di pratiche anticoncorrenziali, Apple ha accusato l’azienda di Tim Sweeney di mirare a modificare le sue operazioni commerciali per aumentarne i propri guadagni. E quindi di volersi appropriare indebitamente delle proprie tecnologie senza voler pagare nulla in cambio.

Va ricordato infatti che nonostante Apple abbia vinto il processo nel 2021, il giudice Rogers le aveva imposto di permettere agli sviluppatori di indirizzare gli utenti verso metodi di pagamento alternativi per l’acquisto di beni digitali. A gennaio, poi, la Corte Suprema degli Stati Uniti aveva deciso di non intervenire in merito all’appello di Apple contro tale disposizione.

Epic, dal canto suo, ha recentemente ribadito che Apple sta eludendo apertamente questa ingiunzione, criticando in particolare l’introduzione di una commissione del 27% su alcuni acquisti, che renderebbe inefficaci i collegamenti a metodi di pagamento alternativi. Inoltre, Epic ha accusato Apple di proibire ad alcune app dal comunicare agli utenti l’esistenza di altre opzioni di pagamento.

A sostegno delle affermazioni di Epic, importanti aziende tecnologiche come Meta, Microsoft, X e Match Group hanno espresso posizioni simili, evidenziando da parte di Apple una presunta violazione dell’ordine del tribunale. Un altro processo simile, intentato da Epic contro Google, è in attesa di una decisione a San Francisco che potrebbe comportare un ordine simile per il Google Play Store entro l’anno.

POTREBBE INTERESSARTI

L'UE la sfida sul rispetto del DMA

Apple sotto accusa: l’UE la sfida sul rispetto del Digital Markets Act

La Commissione Europea avvia procedimenti per violazione del Digital Markets Act. Apple rischia una multa a partire da 38 miliardi di dollari.

ByteDance e Broadcom avviano una collaborazione strategica per l'IA
,

ByteDance e Broadcom: al via una collaborazione per l’IA

L’azienda americana produrrà un chip da 5nm per la casa madre di TikTok, che lo scorso anno avrebbe già investito 2 miliardi di dollari in chip Nvidia.

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell'UE
,

Apple rinvierà il lancio di Apple Intelligence nell’UE

Il gigante tecnologico indica il Digital Markets Act come la causa di questa decisione.

Netflix scommette sui negozi fisici con le "Netflix Houses"

Netflix scommette sui negozi fisici con le “Netflix Houses”

Dopo Amazon con Whole Foods, un nuovo ritorno al passato di un gigante tech.

Dell, il ritorno in ufficio fallisce

Dell: il ritorno in ufficio fallisce, il 50% dei dipendenti rimane remoto

Dell impone restrizioni sulle promozioni per chi sceglie di lavorare da casa. Ma molti lavoratori preferiscono rimanere in remoto per i benefici personali.

Ecco PillBot, la pillola robotica che rivoluzionerà la gastroenterologia

Ecco PillBot, la pillola robotica che rivoluzionerà la gastroenterologia

Fondata nel 2019, Endiatx lavora per realizzare l’idea di robot miniaturizzati che navigano nel corpo umano per scopi diagnostici e terapeutici. Oggi vi parliamo...
Starlink Mini porta l'internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini porta l’internet satellitare dentro gli zaini

Starlink Mini pesa un chilo e mezzo di peso, è grande come un laptop, offre velocità superiori ai 100 Mbps e consuma meno dei terminali precedenti.

L’antivirus Kaspersky sarà vietato negli USA

L’antivirus Kaspersky sarà vietato negli USA per via dei legami col governo russo

L’antivirus Kaspersky sarà vietato a partire da giovedì negli USA da Biden per via dei legami troppo stretti col governo russo.

Jen-Hsun Huang durante una presentazione di Nvidia

Nvidia batte Microsoft ed è la società che vale di più al mondo

Spinta dal crescente interesse nel comparto dell’intelligenza artificiale, Nvidia ha infranto un nuovo record in borsa, superando anche Microsoft.

I robots di Ex-Robots

In Cina stanno costruendo robot con espressioni facciali umane

L’ultima frontiera della tecnologia fonde la robotica con l’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di usare l’IA per dare ai robot...
Share This